Santi Adrione di Alessandria e Vittore di Roma, martiri

Il Martirologio Geronimiano alla data del 17 maggio ha: «In Alexandria Adrionis Victoris et Basillae»; la memoria è passata poi nel Martirologio Romano, che ricorda lo stesso giorno i nomi degli stessi santi. Si deve notare, però, che nelle diverse notizie tramandateci si è generata una certa confusione.

Il Delehaye, infatti, fa notare acutamente come i codici del Geronimiano alla memoria sopra indicata fanno seguire la notizia: «Romae via Salaria vetere». Secondo lo stesso commentatore del Martirologio Romano la ricostruzione del testo sarebbe probabilmente la seguente: «Alexandriae Adrionis, Romae via Salaria vetere in coemeterio Basillae Victoris».

Adrione è un martire d'Egitto, conosciuto solamente di nome; Vittore, invece, è un martire romano. Di quest'ultimo sappiamo, poi, da antiche testimonianze che era stato sepolto nel cimitero di Basilla; infatti, l'Itinerario salisburgense Notitia ecclesiarum urbis Romae, del sec. VII, scrive: «Deinde vadis ad Australem via Salaria, donec venies ad S. Ermetem, in altera spelunca Protus martyr et Iacintus deinde Victor martyr».

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newTwitter newYouTube newFB