XIII^ Domenica dopo Pentecoste e San Giovanni Eudes

2 Cronache 36,17c-23; Romani 10,16-20; Luca 7,1b-10

 

La prima lettura, tratta dal secondo Libro delle Cronache, parla della ricostruzione del tempio a Gerusalemme da parte di Ciro, re di Persia, dopo che era stato distrutto dai Caldei: la storia del popolo eletto viene continuata da Dio.

Il brano del Vangelo di Luca riferisce la guarigione, da parte di Gesù, del servo di un ufficiale romano. Luca descrive l’atteggiamento religioso profondo di questo uomo. Il miracolo ci insegna il valore della fede soprattutto in un pagano. Quella fede che Paolo nella Lettera mostra come sia venuta a mancare a Israele, popolo disubbidiente, ribelle. Dio è invece stato trovato da coloro che non lo cercavano.

Questa domenica ci deve dare la capacità di vedere l’altro, il forestiero, colui che è diverso da noi, come il destinatario, insieme a noi, del piano di salvezza. Si tratta, innanzitutto, di ravvivare la nostra fede, e di sentirci chiamati alla testimonianza nella storia di ogni giorno.

Franco Cecchin, “A ciascun giorno la sua parola - Anno B”, pp. 231 e ss., Àncora, Milano

 

San Giovanni Eudes 

Ri, Francia, 14 Novembre 1601 - Caen, Francia, 19 Agosto 1680

Nato in Normandia nel 1601, muore nel 1680. Divenuto un attivista e un devoto di Maria è ordinato sacerdote nel Collegio dei gesuiti di Caen. Da qui parte per assistere gli appestati nella regione di Argentan. In seguito si consacra alle missioni parrocchiali. Resosi conto di quanto sia importante la figura del sacerdote, riesce a far costruire un seminario, dando vita alla «Congregazione di Gesù e di Maria ». San Giovanni Eudes è il primo e più ardente apostolo del culto liturgico ai Sacri Cuori di Gesú e di Maria. Nel 1641 fonda due Congregazioni religiose, una maschile e una femminile, dedicate ai Sacri Cuori. Per lui, quindi, il culto del Sacro Cuore di Gesú è il culto della persona, in quanto esso è l'origine e la fonte della dignità e della santità della persona. Fonda poi rifugi per togliere le ragazze dalla strada e una Congregazione di Religiose per assisterle, l'ordine di «Nostra Signora della Carità del Rifugio». Scrive numerose opere, fra cui la più conosciuta e la più considerevole è «Il cuore ammirabile della Madre di Dio».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newTwitter newYouTube newFB