Calolzio, 12 aprile 2019   |  

Zone rosse a Calolzio, Il Gabbiano: lanciato un messaggio sbagliato

"I richiedenti asilo politico a Calolziocorte non si sono mai fatti riconoscere per la propria pericolosità ma al contrario per la collaborazione e per lo spirito di sincera integrazione che gli va riconosciuto".

calolziocorte sede gabbiano

L'Associazione Comunità il Gabbiano onlus che a Calolzio si occupa anche di accoglienza dei richiedenti asilo, crtica fortemente il regolamento approvato dal Consiglio comunale che va a definire delle zone, vicine e a scuole e alla stazione, dove non sarà possibile aprire centri per l'accoglienza di migranti.

L’Associazione Comunità Il Gabbiano onlus è stupita dal recente regolamento votato in consiglio comunale a Calolziocorte. In particolare, non si colgono necessità ed urgenza di questo provvedimento. Il Gabbiano ed i suoi collaboratori, che da tempo si impegnano sul territorio, denunciano la logica su cui si basa il regolamento per cui dalla condizione di richiedente asilo politico deriverebbe automaticamente una maggiore propensione alla criminalità rispetto agli altri cittadini.

Tutto ciò è ancora più incomprensibile in una comunità, quella calolziese, dove insieme ad altre realtà i richiedenti asilo ospitati hanno collaborato in varie iniziative di decoro pubblico come la sistemazione dei sottopassaggi ferroviari, avvenimento peraltro sponsorizzato ampiamente dalla stessa giunta.

Crediamo che l’immigrazione sia un tema delicato ed auspichiamo che non venga strumentalizzato né banalizzato. Semplificazioni come quelle presenti nel regolamento recentemente approvato consegnano alla cittadinanza un messaggio sbagliato.

I richiedenti asilo politico a Calolziocorte non si sono mai fatti riconoscere per la propria pericolosità ma al contrario per la collaborazione e per lo spirito di sincera integrazione che gli va riconosciuto.

Ospitiamo migranti a Calolziocorte con il metodo dell’accoglienza diffusa dal 2011. Se l’intento dell’amministrazione è quello di gestire il fenomeno dell’immigrazione e collaborare nelle decisioni che portano all’attivazione di centri di accoglienza ci trova d’accordo: a questo proposito consigliamo di utilizzare il già rodato strumento dello SPRAR che consentirebbe di avere la possibilità di programmare numeri, modalità e luoghi.

L’Associazione Comunità Il Gabbiano onlus rimane a disposizione con la speranza che vi sia un rapporto cordiale e di convivenza civile per il bene di tutta la cittadinanza residente nel comune di Calolziocorte: uomini, donne e bambini.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Luglio 1860 sconfitto nella battaglia di Milazzo, l'esercito delle Due Sicilie lascia la Sicilia.

Social

newTwitter newYouTube newFB