Milano, 10 ottobre 2017   |  

Zaino in spalla e via!

di Marisa Gorza

Le tante vite di un camaleontico e pratico accessorio

IL BISONTE FW17 A2326 HC847 S 1

“Volevo procurarmi uno zaino completo, con il necessario per dormire, ripararmi, mangiare, cucinare, insomma cucina e camera da letto insieme da portare in spalla e andarmene chissà dove e trovare una solitudine perfetta...” (Jack Kerouak)

Lo zaino è un tipo di bagaglio che racchiude in sé un immaginario fatto di spudorata libertà e anticonformismo. Soprattutto di essenzialità e di sottrazione del superfluo, come appare nelle parole dell'autore di “On the Road”, testo cult degli inquieti giramondo. Tuttavia la sua antica storia ha valenze più pratiche che 289 BY SARAGIUNTI andreaS specialfan poisgreyidealistiche. Difatti trasportare dei carichi è sempre stata una forte esigenza delle popolazioni montane, contesto in cui i rari abitanti dovevano dislocare la cacciagione, il foraggio o la legna da ardere. I primi zaini furono realizzati con rami intrecciati, molto simili a ceste chiamate “gerle” nelle nostre zone alpestri. La gerla, tra l'altro, serviva anche alle donne come cuna portatile per i poppanti. Gli spallacci, dell'antesignano dello zaino, non erano altro che delle semplici funi. Via, via con l'evolversi dei materiali si cominciò a produrre zaini in pelle o in tela robusta con tanto di confortevoli cinghie per poter caricare pesi con minor fatica, in particolare sui terreni scoscesi. Ma fu in ambito militare che gli zaini subirono il loro maggior progresso, sia nella forma che nella materia, influenzando anche il mercato civile grazie a un certo alone di eroismo e di avventura. Ovviamente anche alcune discipline sportive di forte impatto dinamico, come l'alpinismo, hanno contribuito allo sviluppo e alla popolarità dell'emblematico complemento.

Un versatile fardello

Lo zaino si può sfoggiare sia di giorno, nella sua versione big, sia di sera, nella versione mignon ed è per questo che è riuscito a prendere il posto perfino della classica borsetta bon ton. Difatti oggi è un versatile collo, un fardello sia grande che piccolo, un accessorio pratico e casual, ma anche sofisticato e deluxe. Già avvistato durante l'estate sulle spalle delle celebs e sdoganato dalla moda come un must-have d'autunno, irrinunciabile sia per lei che per lui. Un backpack con tante camaleontiche vite. Noi ve ne proponiamo 7, dove in versioni disparate non perde mai il suo antico fascino genuino.

1 Sì viaggiare. Viaggiare con lo zaino in spalla diventa in qualche modo un metro di giudizio. Un filtro che ti fa scegliere ciò che è veramente necessario e indispensabile. Meglio una maglietta che sta bene con tutto che non quella da indossare esclusivamente con un particolare tipo di pantaloni. Unisex, leggero e confortevole il backsack di Il Bisonte, tipico brand maremanno, in duttile pellame di vacchetta a concia vegetale in un caldo color testa di moro, ha chiusure con zip in lucente metallo a doppio cursore e cuciture a mano. Una grande tasca frontale e furbe tasche interne, più anello laterale porta chiavi ne completano la funzionalità.

2 Andar per sentieri. Per l'acquisto di uno zaino da montagna è necessario considerare alcuni importanti fattori, cioè la forma, l'ingombro, il peso, A2236 RIT017 Sl'imbottitura degli spallacci, il numero di tasche e aperture e la possibilità di fissare in modo comodo e sicuro ogni aggeggio da trasportare. Molto interessanti per gli appassionati di escursionismo e trekking sono le proposte Mammut, tra le quali il prototipo Trion Tour in tessuto tecnico smoke con dettagli e profili di un rosso brillante, fascione in vita e schienale traspirante. Abbastanza smilzo ed ergonomico per rendere agevole il passo tra stretti sentieri, misura 66x30x18cm ed ha una capacità di 35 litri. Già i litri: la capienza dell'importante compagno di viaggio dei trekker si misura appunto con questa unità.

3 L'ufficio addosso. Le attività cittadine hanno ormai ripreso a ritmo serrato: una mail inaspettata, una richiesta urgente da evadere, una risposta da inviare... dalla banchina ferroviaria, dalla panca della piazza, dalla seggiola del bar che diventano all'occorrenza uno spazio/ufficio estemporaneo. Operativi quando, quanto e dove serve con Courier Leather di Nava, lo zaino unisexBackpack Organized in morbido pellame è dotato di tasca espandibile porta computer, due tasche laterali, minuterie in nikel satinato, schienali e splallacci imbottiti. Disponibile nei colori black e navy blue, misura 44x29, 5x11 cm.

4 Una bici per amica. Leggerissimo, strategico e meticolosamente predisposto con scomparti speciali è pure il Courier Sneaker Day Pack, sempre studiato da Nava, specialista dei prototipi urbani, ideale per chi si muove su due ruote. Proposto in varie linee e dimensioni per assecondare svariate esigenze, trasporta PC, tablet e documenti per l'ufficio, il cambio per la palestra, il necessario per una giornata fuori casa ed è anche perfettamente waterproof, quindi a prova di intemperie autunnali...Zaino in spalla e via con la fedelissima bici! I colori più gettonati sono grigio graffite, midnight blue, dark brown, rasperry e artic.

5 Shopping che passione! Per quanto piacevole un pomeriggio di shopping, giusto per mettere a punto il guardaroba del primo autunno, può trasformarsi in un vero e proprio tour de force. Perciò è bene sfoggiare un outfit easy e una borsa pratica in modo da potersi muovere con facilità. Un paio di jeans skinny, un maglione morbido e delle sneakers ai piedi e sei perfetta per la tua giornata all'insegna del fashion. Ottima soluzione per infilarci i tuoi nuovi acquisti è la shopper, firmata da Il Bisonte. Squisitamente femminile, con un gioco di zip e cinghiette si trasforma nel più eclettico degli zaini lasciando le mani libere. La tasca centrale ne delinea la sagoma, mentre i fianchi espandibili sono in un vivace canvas rigato e andar per negozi diventa più appassionante che mai.

201001716 5A16 A scuola con leggerezza. Per recarsi a scuola e trasportarci comodamente libri, quaderni e tutto il corredo didattico c'è il nuovissimo zaino-trolley New Jack di Seven, dotato di uno speciale carello sganciabile all'occasione. In tessuto lavabile blu/giallo per i baldi ragazzi e nero/rosa per le teen ager amanti del fashion, ha una doppia barra telescopica facilmente guidabile, scorrevoli rotelle di 70mm e inserti rifrangenti per una protezione a 360°. A lezione, senza carichi gravosi, si va con più entusiasmo, non è vero?

7 La notte è piccola. Compatto e minuto(21x25x7 cm), giusto per racchiuderci i segretucci delle ore piccole, piccole, lo zainetto Andrea Small by Saragiunti in canvas nero notte è il partner fedele e discreto degli impegni after eight di una donna anticonformista e intraprendente. Il gusto un po' rètro dei disegni jacquard a fior di loto, ispirati agli antichi ventagli giapponesi, è sbugiardato da una tecnologia all'avanguardia. Difatti un particolare sensore tramite il movimento della zip innesca l'accensione di luci led che ne illuminano l'interno. Inoltre un dispositivo Bluetooh permette di collegare il proprio smartphone alla borsa e ricevere un segnale di vibrazione ad ogni notifica ricevuta. La nostra musa è certamente romantica, ma piuttosto aggiornata!

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newTwitter newYouTube newFB