Lecco, 04 luglio 2018   |  

Villette di Malnago: i volumi in eccesso andranno demoliti

Si è accertato che è stato costruito oltre il doppio del volume complessivo autorizzato.

CroppedImage720439 ville malnago sequestri

In data odierna è stata notificata l'ordinanza di demolizione delle opere abusive e riduzione in ripristino dello stato dei luoghi relativamente al piano di lottizzazione delle villette realizzate in località Malnago interessate dal PL (Piano di Lottizazione) 25. I termini assegnati dall'ordinanza sono pari a 90 giorni.

A seguito di sopralluoghi e approfondite valutazioni della documentazione tecnica allegata alle richieste di permesso di costruire in sanatoria, nonché degli atti abilitativi in attuazione del P.L. 25, è emersa l'esecuzione di opere edilizie difformi dai titoli edilizi. Le principali difformità riguardano un incremento volumetrico pari a mc. 4.672,36, quindi oltre il doppio del volume complessivo autorizzato nel P.L. 25 (pari a mc. 3730,68); i sottotetti e i piani “interrati” utilizzati per funzioni abitative (camera da letto, soggiorno, cucina, etc.) anziché essere vani accessori come da progetto; la realizzazione di piani seminterrati completamente fuori terra e l'altezza dei fabbricati superiore a un metro rispetto a quelli in progetto.

"Dai primi rilievi effettuati nel febbraio 2017, nessuno si poteva aspettare una tale complessità di problematiche legate al sovrapporsi di pratiche e istanze, ma anche alla difficoltà oggettiva di trovare corrispondenza tra gli elaborati depositati e il reale stato dei luoghi. Pertanto è stato necessario considerare in modo approfondito e coerente tutti gli elementi, soprattutto a garanzia di coloro che già abitano nelle villette - commenta l'assessore all'edilizia privata del Comune di Lecco Gaia Bolognini -. L'ordine di demolizione costituisce atto necessario, dovuto ed obbligatorio a seguito delle risultanze dell'istruttoria tecnica".

I proprietari delle villette sono dunque chiamati a trovare un accordo per riportare il volume complessivo costruito sull'area a quanto era stato autorizzato, demolendo l'eccedente.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Luglio 1902  Willis Haviland Carrier realizza il primo impianto di aria condizionata

Social

newTwitter newYouTube newFB