Lecco, 03 febbraio 2019   |  

Valsassina e ritorno: l'eccezionale volo di Manuele Dondi sulle Orobie

Spunto per una riflessione sui cambiamenti climatici e dunque sull'energia anomala che troviamo col parapendio in stagioni dell'anno una volta ritenute di 'riposo'.

Il video report dell'eccezionale volo sulle Orobie di Manuele Dondi (decollo dalla Cresta del Monte Visolo a quota 2.369 a cavallo tra Val Brembana e Val Camonica, boa al Pian delle Betulle in Valsassina e ritorno in zona partenza) in compagnia di Angelo Busi (brevettato da soli due anni e mezzo e che nel 2018 al suo primo anno di XContest si è piazzato ottimo 15esimo), effettuato il 29 gennaio 2019.

Una produzione che ci viene proposta da Paolo Tentori anche come spunto per una riflessione sui cambiamenti climatici e dunque sull'energia anomala che si trova col parapendio in stagioni dell'anno una volta ritenute di 'riposo'.

Il volo - ci spiega - è eccezionale sia per la traccia inedita, sia per la stagione dell’anno (ha raggiunto oltre 3.500 mt. di quota a fine gennaio…). Il video è uno spunto di riflessione anche sui cambiamenti climatici. Fenomeni estremi come il freddo negli Stati Uniti o tutta questa energia che, per me che volo da oltre trent’anni, non si è mai vista in inverno devono anche far suonare qualche campanello d’allarme. Da parte di Manuele e Angelo una grande resistenza fisica (ad oltre 3.500 metri a fine gennaio...), oltre che un'ottima pianificazione della performance.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Aprile 1926 la Western Electric e la Warner Bros annunciano l'ideazione del Vitaphone, un processo per aggiungere suoni ai film

Social

newTwitter newYouTube newFB