Valmadrera, 12 settembre 2022   |  
Cronaca   |  Cultura

“Valmadrera, il passato presente” in celluloide

Domenica 18 settembre, alle ore 20.30, presso il cortile di Villa Gavazzi, Via Manzoni 4. la presentazione del documentario

XXXdownload

Valmadrer, la spiaggia

L’Amministrazione Comunale di Valmadrera organizza la proiezione del docufilm “Valmadrera, il passato presente”, domenica 18 settembre, alle ore 20.30, presso il cortile di Villa Gavazzi, Via Manzoni 4.

Il docufilm nasce dal progetto di Lorenzo Vassena e Giosuè Bolis: il filmato , commentato da cittadini di Valmadrera, di età e professione diverse, innamorati della loro terra, è un lavoro corale che riserva qualche sorpresa agli stessi Valmadreresi, inconsapevoli spesso di vivere sulle orme di un passato che è sempre presente fra di loro.

Lo testimoniano ad esempio i reperti archeologici conservati nel Museo Civico di Castello, altre testimonianze come il molino Valsecchi, che nel secolo scorso ha fornito farina per l’arte bianca dei prestinai; gli interni della Villa Gavazzi, le sale di rappresentanza, la cappella di famiglia di San Gaetano e quel che resta del Filandone con le sue scritte sui muri; zone più misteriose come il Sass del Merlu con le sue leggende; la chiesa parrocchiale recentemente riportata all’antico splendore, e molto altro ancora.

Durante la serata uno spazio sarà dedicato alla presentazione delle iniziative del Polo L’Ago e del Progetto Edera a favore delle persone anziane, fragili e vulnerabili, bambini e ragazzi del Comune di Valmadrera, come da programma allegato.

La proiezione segue le iniziative organizzate a Villa Gavazzi la stessa domenica, con le visite guidate in mattinata e nel primo pomeriggio, la mostra di arte pittorica e scultorea e il concerto del Corpo Musicale Santa Cecilia di Valmadrera.

L’Amministrazione Comunale di Valmadrera ringrazia i proprietari di Villa Gavazzi per la possibilità di un'intera giornata di eventi organizzati nella villa, edificio che in sé è già occasione per meglio conoscere un importante patrimonio della città.

L’ingresso per la visione del docufilm è libero e gratuito.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

 5 Dicembre 1456 un'immane terremoto sconvolge la Campania e le regioni circostanti, con epicentro nella zona del Sannio e con ripetute scosse secondarie nella zona dell'Irpinia e del Molise: 30.000 le vittime.

Social

newTwitter newYouTube newFB