Lecco, 20 dicembre 2018   |  

Un panettone a ogni reparto dell’Ospedale A. Manzoni di Lecco

Gazie all’interessamento della UILDM e di Telethon della Provincia di Lecco e della l’azienda dolciaria Maina.

e monte ospedale

Un carrello pieno di panettoni Telethon per il giorno di Natale sono stati consegnati da Anita Brizzi, Sergio Sala, Emanuela Rossi, Angelo Fontana, martedi 18 dicembre, in vista del Santo Natale, grazie all’interessamento della UILDM e di Telethon della Provincia di Lecco e della l’azienda dolciaria Maina, che ha donato un panettone ad ogni reparto dell’Ospedale A. Manzoni di Lecco.

Un modo per esprimere al personale sanitario che si prodiga per il nostro benessere instancabilmente ogni giorno dell’anno i nostri migliori auguri per un Felice Natale e un prospero Sereno anno nuovo 2019.

Anita Brizzi spiega: Ieri, insieme ad Angelo e altri volontari, abbiamo distribuito panettoni in quasi tutti i reparti dell'ospedale Manzoni. Erano destinati a quelle persone speciali che passeranno il giorno di Natale in ospedale facendo compagnia e assistenza agli ospiti della struttura. Tutte le caposala dei reparti, alle quali abbiamo consegnato il panettone, sono state contente e meravigliate di una simile iniziativa L'accoglienza che più mi è rimasta impressa è stata quella del reparto di psichiatria perché la caposala ci ha detto che il panettone lo avrebbero mangiato insieme ai loro pazienti. È stata una bella esperienza. Grazie, Angelo, per avermi dato l'opportunità di viverla.

L’iniziativa, è proseguita, poi, alla Casa di riposo nell’Istituto Airoldi e Muzzi, dove il presidente Giuseppe Canali è stato molto felice per il dono ricevuto, i panettoni sono stati portati nei vari reparti per le operatrici che saranno al lavoro il giorno di Natale. Nel pomeriggio si è ripetuto l’iniziativa alla Casa di Riposo Madonna della Fiducia di Calolziocorte, con i ringraziamenti della direzione e del personale di servizio .

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newTwitter newYouTube newFB