Lecco, 30 agosto 2019   |  

Un corso per parrucchieri per migliorare la prevenzione e diagnosi precoce dei tumori cutanei

Le giornate formative vedranno la presenza di specialisti dermatologi per gli aspetti medici, forniranno interessanti consigli di prevenzione e disamina delle fake new

lilt

La LILT Sezione Provinciale di Lecco organizza, a partire dal prossimo mese di settembre, delle giornate di formazione rivolte a parrucchieri ed estetiste presenti sul territorio provinciale.

L’intento delle giornate è quello di sviluppare un contributo alla prevenzione e diagnosi precoce dei tumori cutanei attraverso una maggiore conoscenza e consapevolezza che gli operatori del settore possono fornire nell’ambito della propria attività lavorativa.

Le prime due date saranno lunedi 16 settembre e lunedi 30 settembre rispettivamente a Merate, presso la sede LILT e a Lecco presso la Confartigianato Imprese che con grande consapevolezza supporta e patrocina l’iniziativa unitamente alla Provincia di Lecco e ai Comuni di Merate e Lecco.

E’ stato scelto il lunedi, notoriamente giorno di chiusura degli esercizi, proprio per permettere agli operatori di partecipare numerosi.

Le giornate formative vedranno la presenza di specialisti dermatologi per gli aspetti medici, forniranno interessanti consigli di prevenzione e disamina delle fake news, illustreranno rischi professionali e verranno presentate testimonianze dirette dei partecipanti.

La LILT si avvarrà per queste giornate anche della collaborazione di APEO Associazione professionale estetica oncologica che da diversi anni si occupa di formare estetiste che, attraverso trattamenti estetici adeguati, siano in grado di migliorare la qualità della vita delle persone in terapia oncologica dimezzando lo stress.

La partecipazione alle giornate avviene previa iscrizione tramite modulo scaricabile sul sito www.legatumorilecco.it

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newTwitter newYouTube newFB