Lecco, 27 dicembre 2017   |  

Uil Lecco: ok la ripresa, ma pensiamo anche ai disoccupati

Monteduro: resta da recuperare la drammatica situazione di 10 anni di crisi economica,

Monteduro Salvatore Uil

L’11° rapporto UIL del Lario sulla cassa integrazione nelle Province di Como e Lecco, relativo al periodo gennaio-novembre del 2017 conferma una diminuzione della richiesta di ore di cassa integrazione totale da parte delle imprese dei due territori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: per Como -47,4%; per Lecco -61,3%; a fronte di una media Lombardia  di -49,3% e una nazionale di -38,8%.

Ad incidere sull’aumento della richiesta di cassa integrazione ordinaria in Provincia di Como sono state soprattutto le aziende del distretto tessile, che negli 11 mesi di quest’anno sono incrementate del 130,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Mentre le ore complessive di cassa integrazione nel periodo gennaio-novembre 2017 sono diminuite del 30,1% rispetto allo stesso periodo del 2016, grazie alla diminuzione della cassa straordinaria -71,9% e cassa in deroga -49,7%. Un settore che a fine anno 2017 ha dimostrato un timido segnale di ripresa.  

Mentre per la Provincia di Lecco, il distretto metalmeccanico, uno dei settori economici più rilevanti del tessuto produttivo territoriale, ha dimostrato una certa vivacità e in 11 mesi del 2017 ha evidenziato una diminuzione della richiesta delle ore di cassa integrazione ordinarie -67,8%, straordinarie -51,6% e in deroga -48,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.    

Tutti i settori economici di entrambe le Province hanno visto una riduzione della richiesta delle ore di cassa integrazione totali negli 11 mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso:
Industria:   Como -46,9%;  Lecco -55,5%.
Edilizia:  Como -50,4%%;  Lecco -83,6%.
Artigianato:  Como -63,6%;  Lecco -47,4%.
Commercio:  Como -35,0%;  Lecco -84,2%.

Rilevante il calo dei lavoratori in cassa integrazione negli 11 mesi di quest’anno, Como -2.033, Lecco -1.288, rispetto allo stesso periodo del 2016.  
 
Nei primi 9 mesi di quest’anno si sono registrati anche 48.584 avviamenti al lavoro a Como a fronte di 40.939 cessazioni, per un saldo positivo 7.645;  mentre a Lecco,  26.478 avviamenti  e 22.578 cessazioni, saldo positivo 3.900.

Le previsioni di assunzioni per il trimestre dicembre 2017- febbraio 2018 da parte delle aziende del territorio, secondo l'indagine svolta da Unioncamere-ANPAL del sistema exclesior, prevedono:
- Lombardia  221.040  assunzioni previste nel trimestre  dic 17-feb 18; 
- Como   9.190   assunzioni previste nel trimestre  dic. 17- feb 18;
- Lecco  6.120   assunzioni previste nel trimestre  dic 17-feb 18

"Questi dati - commenta Salvatore Monteduro, segretario generale della Uil del Lario Lecco-Como - dimostrano che l’anno che si sta per chiudere è stato molto dinamico dal punto della ripresa economica e di buon auspicio per la situazione occupazionale dei due territori e fa ben sperare per il prossimo anno.  Ma resta da recuperare la drammatica situazione di 10 anni di crisi economica, di 20.766 disoccupati in Provincia di Como e 9.318 a Lecco alla data del 31 dicembre 2016, a questi si aggiungono i 2.259 lavoratori in cassa integrazione a Como e gli 813 della Provincia di Lecco di questo 2017, che continuano, con le loro famiglie, a sentire gli effetti della crisi economica, a loro devono essere dirette le azioni di sostegno, di aiuto e di ogni sforzo per sostenere la domanda interna per creare la massima occupazione".   
 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newTwitter newYouTube newFB