Lecco, 07 aprile 2017   |  
Turismo   |  Lecco

Turismo: nuovi immagine e servizi per l’Infopoint di Lecco

Comune e Provincia: Per essere “Infopoint di primo livello”, infatti, è necessario garantire un’apertura dell’Ufficio 7 giorni su 7, 8 ore al giorno con la compresenza di due operatori. Per le ore di chiusura, inoltre, viene richiesto di installare un punto informativo digitale

ufficio turistico lecco iat

L’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica cambia pelle e diventa “Infopoint”. Grazie alla gestione associata tra Comune e Provincia di Lecco, lo spazio in piazza XX Settembre viene così inquadrato come “struttura regolamentata di più alto livello”, garantendo al cittadino e al turista più incisività e servizi.

“La candidatura promossa dal Comune e dalla Provincia di Lecco per avere in città un Infopoint che risponda alle nuove disposizioni regionali – commentano l’assessore al turismo del Comune di Lecco, Francesca Bonacina e il consigliere provinciale delegato al Turismo, Luigi Comi – significa prima di tutto rendersi più riconoscibili agli occhi dei turisti che magari sono già stati in altri capoluoghi di provincia della Lombardia o in località considerate particolarmente attrattive e in grado di fare grandi numeri. Immagine coordinata, dunque, ma anche servizi all’altezza. Un risultato non scontato, né dal punto di vista della progettazione né da quello economico. Per essere “Infopoint di primo livello”, infatti, è necessario garantire un’apertura dell’Ufficio 7 giorni su 7, 8 ore al giorno con la compresenza di due operatori. Per le ore di chiusura, inoltre, viene richiesto di installare un punto informativo digitale tramite il quale avere accesso a tutte le informazioni utili. Essersi candidati a questo programma fa intuire l’importanza per l’Amministrazione comunale e provinciale di essere sul pezzo in tema di offerta turistica, giocando le proprie carte su più tavoli, con gli sforzi economici e di risorse umane che ne derivano”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Aprile 1915 a Londra, Sidney Sonnino, per conto del Regno d'Italia, firma un patto con Gran Bretagna e Francia, impegnandosi ad entrare in guerra contro la Germania e l'Austria

Social

newTwitter newYouTube newFB