Lecco, 06 aprile 2019   |  

Trofeo Dario & Willy, campionato italiano outdoor di skyrunning

Un tracciato che mette a dura prova gli atleti. La gara si disputerà il primo maggio

IMG 1897sss

Il pubblico delle grandi occasioni ha assistito alla presentazione del 15esimo Trofeo Dario & Willy, campionato italiano assoluto outdoor di skyrunning, una delle prove comunque più prestigiose della specialità.

Gara che da alcuni anni apre alla stagione delle skyrace lecchesi con i sui 23 Km, un D+ di 2010 m e un tracciato che mette a dura prova gli atleti e che si disputerà il primo maggio.

A guidare la serata la bravissima giornali sportiva Sara Taiocchi che ha introdotto il saluto della presidente dell’ Osa, Laura Valsecchi, che ha ricordato come questa gara rappresenti L’ impegno più prestigioso in tutto l’ anno per la società con centinaia di volontari lungo il percorso.

L'amministrazione comunale ha voluto dedicare un pensiero ai giovani Dario Longhi e William Viola a cui è dedicato il trofeo e alle loro famiglie che da sempre seguono e sostengono questa manifestazione.

A seguire è toccato all’ ospite della serata il palco, ovvero all’ atleta nazionale Daniel Antonioli, specialista di winter triathlon, ovvero il triathlon invernale con mountain bike e sci di fondo, oltre alla corsa, con un palmares di 7 medaglie ai mondiali, 3 agli europei e 11 titoli italiani. Antonioli, che finita la stagione agonistica nazionale, si cimenta anche con successo come skyrunner , dopo i filmati della gara e la presentazione del percorso di quest’ anno che partirà sempre dal Centro Sportivo per arrivare al pratone di Parè, ha promesso una probabile sua partecipazione alla gara del 1 maggio.

Infine sul palco Cristina Isacchi, recente medaglia di bronzo agli Special OLYMPICS ad Abu Dhabi, perchè L’ Osa devolverà 1 euro di ogni iscritto alla società Oltretutto che sostiene gli allenamenti di Cristina e di tanti altri ragazzi.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Luglio 1860 sconfitto nella battaglia di Milazzo, l'esercito delle Due Sicilie lascia la Sicilia.

Social

newTwitter newYouTube newFB