Lecco, 18 ottobre 2017   |  

Trattative avviate per la cessione della Fiocchi Munizioni

In vista della quotazione in borsa subentrerà il Fondo Italiano Charme Capital Funds, con la famiglia che manterebbe una quota definita come significativa.

fiocchi munizioni

“Sono in corso colloqui tra le parti volti unicamente alla realizzazione di un’operazione che valorizzi il Gruppo Fiocchi e che possa portare nel medio termine alla quotazione in borsa di Fiocchi Munizioni SpA”. Così, in un comunicato diffuso nelle scorse ore, la Fiocchi Munizioni commenta le trattative in corso con il Fondo Italiano Charme Capital Funds per la cessione di una quota rilevante, presubilmente di maggioranza, del pacchetto azionario, mantenendo comunque in capo alla famiglia Fiocchi una “significativa partecipazione”.

Una nota che è stata diffusa dall'azienda lecchese dopo che il Governo ha dato via libera all'operazione condotta dal Fondo Charme Capital attraverso la costituenda società "Holdco".  L'Esecutivo Gentiloni ha dunque scelto di non utilizzare la cosiddetta golden power, la possibilità cioè di bloccare la cessione di aziende ritenute strategiche per l’interesse e la sicurezza nazionale.

Fiocchi Munizioni, 130 milioni di fatturato, grazie soprattutto all'export e oltre 650 dipendenti, è fornitore dell'esercito italiano e dunque è considerata impresa di interesse nazionale.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newTwitter newYouTube newFB