Lecco, 11 giugno 2019   |  

Via Roma 51: il 18 giugno l'open day per i possibili acquirenti

di Stefano Scaccabarozzi

Assessore Corrado Valsecchi: sarà l'ultima volta che proviamo a vendere Palazzo Ghislanzoni, dovesse andare male si penserà a un utilizzo pubblico.

facciata interna ghislanzoni via roma

Una mattinata a porte aperte per promuovere la vendita di Palazzo Ghislanzoni, storica dimora ottocentesca già sede del Comune di Lecco, con affaccio su via Roma 51.

 

Per la quarta volta, infatti, l'amministrazione comunale lecchese cerca di alienare questo immobile dovendo di volta in volta abbassare le pretese: nel 2010 la prima asta con un valore vicino ai 4 milioni di euro; il 10 luglio scadrà la quarta con una base di 2,2 milioni di euro, con le precedenti andate tutte deserte.

 

cortile interno palazzo ghislanzoni via roma

Il cortile interno

Per facilitarne la vendita il Comune ha deciso di organizzare martedì 18 giugno dalle 9 alle ore 12 una mattinata di “porte aperte”: «L'obiettivo – spiega l'assessore al patrimonio Corrado Valsecchi – è quello di incoraggiare potenziali investitori a manifestare in modo concreto il proprio interesse verso questo bene pubblico. Con l'architetto Luca Gilardoni, dirigente del Patrimonio, accoglieremo imprenditori, associazioni, privati per illustrare cosa si può fare in questo posto. Si va dal residenziale, all'albergo, dal negozio al b&b. È chiaro che il bene è vincolato, quindi in alcune parti andrà restaurato in maniera conservativa».

 

Tra gli usi possibili: residenziale, esercizi di vicinato (superficie di vendita massima pari a 250 mq), terziario, artigianato di servizio alla residenza, pubblico esercizio e ricettiva.

 

Palazzo Ghislanzoni nonostante la posizione centralissima non ha mai visto concretizzarsi alcuna offerta d'acquisto: «Abbiamo già tentato più volte – continua Valsecchi - di venderlo all'asta sia come Comune di Lecco sia attraverso l' Agenzia del Demanio, ma anche se molti si sono interessati, nessuno ha mai presentato una manifestazione di interesse reale. Abbiamo provato ad abbassare la base d'asta e a inserirlo nella vetrina dell'Agenzia senza però ottenere risultati. Non è stato possibile nemmeno affidarlo a un fondo statale ricevendo in cambio le risorse economiche richieste».

 

DSCN3677Il Comune di Lecco ha la necessità di cedere il bene per finanziare altri progetti, ma non intende scendere oltre: «Abbiamo bisogno di risorse fresche da mettere sul Tribunale e su altri progetti, ma se andrà deserta anche questa vendita rinunceremo all'alienazione e si penserà a un riutilizzo pubblico perché la base d'asta questa volta è stata definita chiedendo all'Agenzia del Demanio una nuova perizia sulle attuali condizioni di mercato. Palazzo Ghislanzoni solo 15-20 anni fa si sarebbe stato venduto senza fatica a 4-5 milioni di euro».

 

L'immobile di via Roma 51 necessita però di importanti interventi di restauro: «La stima – conclude Valsecchi - è che possano servire un altro paio di milioni di euro per la sistemazione, ma è anche vero che oggi ci sono leggi che premiano chi compra edifici per ristrutturarli».

 

 

download pdf La brochure preparata dal Comune di Lecco su Palazzo Ghislanzoni

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newTwitter newYouTube newFB