Torre de' Busi, 08 luglio 2017   |  

Torre de' Busi. Il Sindaco: tecnico comunale aggredito e spintonato

Eleonora Ninkovic: disgustoso il comportamento di un residente che stava bruciando irregolarmente sterpaglie.

eleonora ninkovic

Tecnico comunale aggredito e spintonato a Torre de' Busi da un residente che stava bruciando irregolarmente sterpaglie. A darne notizia è il sindaco Eleonora Ninkovic: "Informo la popolazione di uno spiacievole e disgustoso episodio avvenuto stamattina. Fumo nero che invadeva un'intera via e la provinciale cagionato da fuoco acceso per bruciare. Premesso che le sterpaglie si possono bruciare ma ci sono dei requisiti da rispettare...solo se ti trovi a piu' di 100 mt dal bosco e non in zona residenziale, il fumo non può invadere abitazioni o centro abitato".

A quel punto è intervenuto il tecnico comunale per chiedere lo spegnimento del fuoco: "É stato aggredito verbalmente, spintonato, minacciato e gli sono stati levati i fogli che aveva in mano e buttati nel fuoco. Questo atteggiamento é stato compiuto da un residente. Trovo ignobile e disgustoso che gente in pieno torto si comporti così, persone che se ne fregano della comunità e di tutti coloro che vivono in questo paese ed hanno il diritto di respirare aria sana, aprire finestre, stendere i propri panni".

Conclude il sindaco: "annuncio di aver informato le forze dell'ordine e farò partire i provvedimenti. Se lasciare al buon senso, dare informazione chiedendo il rispetto delle leggi (vedasi lettere del passato e avvisi ) non ha sortito gli effetti sperati, forse multe e querele ci riusciranno. Mi spiace che nel 2017 si debba assistere a questi episodi, una vergogna. Poi guardiamo chi viene da fuori, cominciamo a guardare noi stessi che è meglio. Pulire il territorio è un'altra cosa: le sterpaglie ben ammucchiate si lasciano marcire se non si possono portare via...il rispetto di tutti é fondamentale".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newTwitter newYouTube newFB