Lecco, 04 ottobre 2018   |  

Torna Manifesta: "la fiducia si può costruire"

Sabato 6 ottobre al Palazzo delle Paure dalle ore 9.30 per la conferenza del Terzo Settore

Spettacolaree Manifesta 2018

Un contenitore di pensiero e riflessione per stare insieme e creare occasioni e legami di fiducia. Manifesta festeggia i suoi primi 22 anni mettendo al centro delle relazioni e delle iniziative proposte il tema della Fiducia.

La rassegna del sociale della provincia di Lecco dà appuntamento sabato 6 ottobre al Palazzo delle Paure dalle ore 9.30 per la conferenza del Terzo Settore “La comunità della fiducia: come si costruisce?”. Ospite d’eccezione sarà Gino Mazzoli, docente della Cattolica di Milano, chiamato a far riflettere su come si possano creare oggi opportunità di inclusione e di fiducia per la comunità e su quali passi si possono fare per incamminarci verso la ricostruzione della fiducia e sviluppare una comunità che non sia quella della paura. “Il convegno del 6 ottobre sarà un lancio degli Stati Generali del Welfare che si terranno a Lecco a fine novembre – ha dichiarato Lucio Farina, direttore del CSV Monza Lecco Sondrio, ente capofila della rassegna – cominceremo a lavorare sulle ricadute che le decisioni prese nei piani di zona hanno sulla comunità. Apriremo la conferenza con il racconto di due studenti che hanno fatto esperienze di alternanza scuola-volontariato presso le associazioni del territorio. Sarà interessante capire come vedono il mondo del sociale per avere sguardi e approcci nuovi. Crediamo che la fiducia si possa creare anche attraverso uno scambio intergenerazionale”.

LO SPETTACOLO E LE PIAZZE Alle ore 20.30 di sabato 6 ottobre la sala Ticozzi in via Giuseppe Ongania, 4, a Lecco si animerà con l’associazione di giovani Spettacolaree che racconteranno di fiducia utilizzando l’arte dello spettacolo, cinema, teatro e musica come mezzo di aggregazione, divertimento e comunicazione.

Domenica 7 ottobre le associazioni e il mondo della cooperazione sociale saranno protagonisti delle piazze principali di Lecco, piazza XX Settembre e piazza Cermenati, per raccontare il loro impegno quotidiano nella costruzione di legami che formano comunità, nel tessere alleanze e valorizzare le diversità e nel consentire a ciascuno di fare la propria parte. Il comitato promotore di Manifesta, con capofila il CSV di Monza Lecco Sondrio, ha infatti invitato le organizzazioni a portare il loro messaggio di solidarietà non sulla base dei tradizionali ambiti di intervento, ma riconoscendosi in parole chiave come legami, vulnerabilità, salute, prevenzione, alleanze, comunità, dono, filantropia, accessibilità, diritti, responsabilità e partecipazione. E tutte le iniziative, i laboratori, gli spettacoli e le esperienze che troverete in piazza rispecchieranno questo mettersi in gioco in maniera diversa. Manifesta è un appuntamento per tutta la famiglia, per chi vuole riflettere e per chi vuole concedersi un momento di spensieratezza.

Ci sarà tanto spazio dedicato alla cultura. Il tradizionale mercatino dei libri usati del Comune di Lecco si terrà in concomitanza con la rassegna del sociale, nelle giornate del 5 e del 6 ottobre presso la sede della biblioteca. La libreria Mascari5, gestita dalla cooperativa La vecchia quercia, sarà aperta per tutta la giornata di domenica e proporrà iniziative legate al tema della fiducia. “Incontri, musica, teatro, laboratori per bambini, percorsi sull’accessibilità: il mondo del volontariato avrà modo di mostrare la varietà della propria capacità di attivarsi, intrattenere e fermare l’attenzione su tematiche importanti – ha spiegato Stefano Farina, coordinatore dell’Area Cultura e Valori del CSV – le associazioni coinvolte sono circa una cinquantina, espressione anche di progetti attivati in rete con altri attori del territorio”.
 
ANTEPRIMA DI MANIFESTA Giovedì 27 settembre ci sarà un’anteprima di Manifesta a Valmadrera con l’incontro “I volontariati che costruiscono la comunità della fiducia” a partire dalle relazioni di fiducia che si instaurano nelle realtà e con le esperienze del territorio, del volontariato in associazione, individuale e nei Comuni.
 
IL TEMA E LA RETE “La fiducia degli italiani nelle istituzioni sta calando – ha sottolineato Filippo Viganò, presidente del CSV – chi rimane al vertice sono i volontari. Manifesta vuol far sapere che il mondo del volontariato c’è e che dobbiamo mantenere questa fiducia, tanto più in un momento di sconforto e debolezza come quello attuale. La comunità umana si basa sulla fiducia e i volontari sono i primi attori che ogni giorno quotidianamente si danno da fare. Noi stiamo cercando di creare legami di fiducia non solo con la cooperazione sociale e gli enti pubblici, ma anche con il profit e col mondo produttivo. Abbiate fiducia di un mondo che vuole costruire una comunità nuova”. Angelo Vertemati, vice presidente del CSV, ha sottolineato il lungo cammino percorso da Manifesta e l’importanza di aver creato un’occasione d’eccezione per stare insieme in piazza tra associazioni, cooperative, enti pubblici e privati e società civile e per dare occasione a questi attori di confrontarsi e riflettere.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

10 Dicembre 1927 a Stoccolma la scrittrice Grazia Deledda riceve il Premio Nobel per la letteratura.

Social

newTwitter newYouTube newFB