Sondrio, 07 aprile 2017   |  
Cronaca   |  Salute

Teoria gender: se ne parla a Chiavenna e a Sondrio

Due conferenze in programma sabato 8 Aprile tenute da Renzo Puccetti, docente di Bioetica al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e al Master in Bioetica del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II

gender e1425922148601

“La teoria del gender. Riscontri scientifici ed effetti sulla famiglia e la società” è il tema delle conferenze che il dottor Renzo Puccetti, tiene, sabato 8 Aprile a Chiavenna alle ore 16, al Teatro Victoria e a Sondrio alle ore 20.45, al Teatro Don Chieri.

Il dottor Pucetti, medico, specialista in Medicina interna, docente di Bioetica al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e al Master in Bioetica del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, è socio fondatore della Società Medico-Scientifica Promed Galileo ed è membro della Research Unit dell’European Medical Association.
Autore di libri e di numerosi articoli scientifici di bioetica pubblicati su riviste nazionali ed internazionali collabora anche con emittenti radiofoniche per le quali cura rubriche di Bioetica.

Le conferenze sono sostenute dal Comitato “Difendiamo i nostri figli” della provincia di Sondrio (www.difendiamoinostri figli.it).

Il gender è un insieme di teorie fatte proprie dall’attivismo gay e femminista radicale per cui il sesso sarebbe solo una costruzione sociale. Vivere “da maschio” o “da femmina” non corrisponderebbe più a un dato biologico ma ad una costrizione culturale.

L’identità sessuata, cioè essere uomini e donne, viene sostituita dall’identità di genere (“sentirsi” tali, a prescindere dal dato biologico). E si può variare a piacimento, anche mantenendo immutato il dato biologico. Tra le tante stupidità e aberrazioni umane la teoria del gender merita certamente di salire sul podio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Maggio 1937 comincia la costruzione a Roma dell'Eur 42, per celebrare nel 1942 il ventennale della marcia su Roma

Social

newTwitter newYouTube newFB