Sondrio, 07 aprile 2017   |  
Cronaca   |  Salute

Teoria gender: se ne parla a Chiavenna e a Sondrio

Due conferenze in programma sabato 8 Aprile tenute da Renzo Puccetti, docente di Bioetica al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e al Master in Bioetica del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II

gender e1425922148601

“La teoria del gender. Riscontri scientifici ed effetti sulla famiglia e la società” è il tema delle conferenze che il dottor Renzo Puccetti, tiene, sabato 8 Aprile a Chiavenna alle ore 16, al Teatro Victoria e a Sondrio alle ore 20.45, al Teatro Don Chieri.

Il dottor Pucetti, medico, specialista in Medicina interna, docente di Bioetica al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e al Master in Bioetica del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, è socio fondatore della Società Medico-Scientifica Promed Galileo ed è membro della Research Unit dell’European Medical Association.
Autore di libri e di numerosi articoli scientifici di bioetica pubblicati su riviste nazionali ed internazionali collabora anche con emittenti radiofoniche per le quali cura rubriche di Bioetica.

Le conferenze sono sostenute dal Comitato “Difendiamo i nostri figli” della provincia di Sondrio (www.difendiamoinostri figli.it).

Il gender è un insieme di teorie fatte proprie dall’attivismo gay e femminista radicale per cui il sesso sarebbe solo una costruzione sociale. Vivere “da maschio” o “da femmina” non corrisponderebbe più a un dato biologico ma ad una costrizione culturale.

L’identità sessuata, cioè essere uomini e donne, viene sostituita dall’identità di genere (“sentirsi” tali, a prescindere dal dato biologico). E si può variare a piacimento, anche mantenendo immutato il dato biologico. Tra le tante stupidità e aberrazioni umane la teoria del gender merita certamente di salire sul podio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newTwitter newYouTube newFB