Lecco, 29 novembre 2018   |  

Studenti del Politecnico di Lecco in vista alla Moto Guzzi

Le visite in aziende di piccole, medie e grandi dimensioni costituiscono un’importante finestra sul mondo reale e permettono agli studenti di toccare con mano e comprendere le dinamiche diverse

foto guzzi

Proseguono le azioni di didattica innovativa previste dal corso di laurea triennale in Ingegneria della Produzione Industriale e volte a rafforzare l’interazione fra studenti e aziende. Tra queste sono sempre più frequenti le visite in azienda che la scorsa settimana hanno portato 32 studenti del primo anno alla scoperta della grandiosa realtà della Moto Guzzi di Mandello del Lario.

Le visite in aziende di piccole, medie e grandi dimensioni costituiscono un’importante finestra sul mondo reale e permettono agli studenti di toccare con mano e comprendere le dinamiche diverse e talvolta articolate che animano ogni singolo complesso produttivo.

Ad accogliere e a fare da guida presso lo stabilimento Moto Guzzi Nello Mariotti, Direttore di Produzione, il quale ha illustrato il funzionamento d’insieme dell'azienda mostrando le fasi processo produttivo, il ciclo di lavorazione dei materiali e le tecnologie utilizzate.

"Il corso di laurea in Ingegneria della Produzione Industriale - dichiara il coordinatore Giancarlo Giudici - si è dato l'obiettivo strategico di collaborare con le imprese del territorio per avvicinare il mondo delle aziende alle aule universitarie; già dal primo anno di studio portiamo gli studenti nelle imprese affinché possano cominciare a familiarizzare da subito con l'ambiente dell'industria manifatturiera"

Dopo la visita allo stabilimento gli allievi hanno visitato il Museo Moto Guzzi, patrimonio storico, tecnico e culturale del territorio. Il museo offre una ricca collezione (oltre 150) tra moto di serie, moto sportive, prototipi sperimentali e motori. Accanto a questi trovano spazio pezzi unici che hanno caratterizzato e reso celebre l’Aquila del Lario in tutto il mondo. Un percorso espositivo che testimonia la storia e l’evoluzione di un mito internazionale made in Italy.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Dicembre 1842, a Fraciscio di Campodolcino (Como),  nasce don Luigi Guanella (morirà a Como il  24 ottobre 1915), riconosciuto santo dalla Chiesa cattolica.  A lui si deve la fondazione delle congregazioni cattoliche dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza.

Social

newTwitter newYouTube newFB