Lecco, 09 gennaio 2019   |  
Cronaca   |  Cultura

Stefano Scaccabarozzi è giornalista professionista

di Alberto Comuzzi

Oggi pomeriggio, martedì 8 Gennaio, il redattore di Resegoneonline ha superato brillantemente la prova orale (voto 57/60). I complimenti dell'editore, di colleghi e del direttore.

aswIMG 20181210 105646921

Stefano Scaccabarozzi

I Valgreghentinesi saranno soddisfatti: a Settembre 2018 un loro concittadino, monsignor Davide Milani, è diventato prevosto di Lecco e questo pomeriggio, martedì 8 Gennaio 2019, Stefano Scaccabarozzi ha superato brillantemente l'esame di stato diventando giornalista professionista.

Non è un traguardo facilmente raggiungibile per un giovane oggi nella crisi, ormai endemica, in cui versa l'editoria e il mondo dell'informazione in particolare. Le redazioni dei principali giornali italiani stanno riducendo gli organici dalla fine degli anni Novanta del secolo appena concluso, mentre decine di giornali hanno chiuso ed è impensabile che nuovi editori puri rinascano per riaprirli.

Stefano, però, ce l'ha fatta. A 32 anni e dopo un tirocinio duro, iniziato nell' Ottobre 2011 nella redazione di Resegoneonline, ha raggiunto l'iscrizione nell'elenco dei professionisti dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia, dopo essere passato da quello dei giornalisti pubblicisti. Schivo di carattere, modesto negli atteggiamenti, ma determinato e laborioso come è nello stile dei Lecchesi, Stefano ha mostrato di avere la passione per “il bel mestieraccio” rimanendo costantemente “sul pezzo”, anche il sabato e la domenica quando le circostanze lo richiedevano.

Se i genitori e i familiari possono essere orgogliosi del traguardo raggiunto da Stefano, altrettanto soddisfatti sono tutti coloro che, in questi anni, hanno lavorato accanto a lui, colleghi ed editore. Resegoneonline e le altre due testate generate dalla sua costola, Valtellinanews e Comolive, hanno portato 7 giovani ad ottenere il tesserino di giornalista pubblicista e, da oggi, con Stefano il primo professionista.

Il Magistrato, presidente della Commissione esaminatrice, congedandolo al termine della prova orale, s'è complimentato dicendogli che il suo voto era 57/60.

Una notizia, questa, che mai sarebbe giunta alle orecchie di chi scrive questa nota se a suggerirla, in modo confidenziale, non fosse stato un testimone presente all'esame.

Nell'augurare a Stefano di raggiungere ulteriori traguardi professionali va dato atto che, nel 2010, fu lungimirante l'intuizione di monsignor Franco Cecchin, allora prevosto di Lecco, di dotare la città di uno strumento di comunicazione che diventasse anche palestra per avviare nuovi giovani meritevoli alla professione di giornalista.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB