Lecco, 07 agosto 2017   |  

Stazione: si comincia a pensare alla riqualificazione

di Rosa Valsecchi

Già avviato il confronto fra Comune e Ferrovie per pensare a come intervenire

stazione

«Questa stazione non è più all’altezza di una città capoluogo di provincia che oltretutto intende puntare sul turismo». Sono queste le parole che ha recentemente usato l’assessore ai lavori pubblici, Corrado Valsecchi, parlando della stazione di Lecco, mai come in quest’ultimo periodo teatro di episodi violenti e aggressioni. Un degrado che rispecchia quello delle strutture della stazione ferroviaria cittadina, per la quale si cominciano a gettare le basi di futuri interventi. Il comune avrebbe infatti aperto un tavolo di confronto con le Ferrovie per un progetto di riqualificazione, con l’obiettivo di dare quanto prima alla città la stazione che si merita. Tante le ipotesi che si stanno valutando, a cominciare da quella già annunciata circa il possibile abbattimento delle palazzine del Comune che affacciano su piazza Sassi. Un passaggio reso possibile dalla riorganizzazione delle sedi comunali avviata in questi mesi, che se attuato permetterà una razionalizzazione dell’accesso alla stazione ferroviaria con una migliore fruibilità per i pendolari e una sistemazione della piazza con più spazio per gli utenti.

Questa necessità è condivisa dalle stesse Ferrovie, come sottolinea Corrado Valsecchi: «La situazione è sotto gli occhi di tutti. Questa è una stazione da disagio sociale, non certo all’altezza di una città come la nostra. In questo devo dire che i dirigenti delle ferrovie, con cui siamo in contatto e con cui abbiamo già fatto alcuni sopralluoghi per valutare gli interventi che si dovranno fare, ci danno pienamente ragione». Anche se negli ultimi anni la stazione è stata spesso al centro dell’attenzione per modifiche viabilistiche e l’istituzione della Ztl, per risalire all’ultimo intervento strutturale sulla stazione bisogna fare un salto indietro fino al gennaio del 2013, anno in cui venne inaugurato il sottopasso pedonale.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newTwitter newYouTube newFB