Lecco, 12 ottobre 2017   |  

Sinistra italiana chiede una legge sullo Ius Soli: i dati lecchesi

"Si tratta di una questione di civiltà, i bambini sono tutti uguali"

62ED0DDA 9144 AAC7 02A026C2CBE6E4C5

"Facciamo nostro l’appello sottoscritto da molti intellettuali, docenti e insegnati: ora con che faccia possiamo guardare negli occhi gli oltre 800.000 ragazzi e ragazze confinati nel ghetto della non cittadinanza senza prendere posizione, senza schierarci dicendo con chiarezza da che parte stiamo?”. Così Sinistra Italiana Lombardia chiede che il Parlamento vari subito una legge sullo Ius Soli.

"Il Governo - continua Sinistra Italiana - ha deciso di rinviare l’approvazione della legge accettando il ricatto e la strumentalizzazione della destra, dell'immigrazione fomenta odio ed intolleranza attraverso lo spauracchio dell’invasione e dell’islamizzazione del nostro paese, generando paure e lotte tra i poveri. Fortunatamente c’è un’opinione pubblica democratica che si oppone a tutto questo, con argomenti umanitari e valoriali; importanti ma non sono sufficienti a contrastare questa ondata di intolleranza. È arrivato il momento di diventare un Paese civile e riconoscere un diritto: approviamo la legge sullo Ius Soli".

Sinistra Italiana fornisce dati tratti da una ricerca del 2016 di Eupolis: "Il 58% degli immigrati in Lombardia ha un lavoro regolare, sono 682.000 i censiti dall'INPS. Quindi nessuno mantiene nessuno. L'età media degli immigrati in Lombardia è di 33 anni di cui il 24%, cioè 286.000, ne ha meno di 19. Questo dato dimostra quanto è importante l’approvazione della legge sullo ius soli per la Lombardia, non solo perché un quarto della popolazione composta da giovani, ora definita immigrata, acquisirebbe la cittadinanza ma anche invoglierebbe una parte degli adulti che pur avendone il diritto non la richiede".

Tabella 1: Dati relativi ai cittadini residenti in Lombardia distinti tra: Nativi, Immigrati, Naturalizzati, Reddito lordo degli Immigrati per Provincia

PROVINCIA

NATIVI

IMMIGRATI

% IMMIGRATI

NATURALIZZATI

% NATURALIZZATI

REDDITO MEDIO LORDO IMMIGRATI

Bergamo

941.590

129.255

11,80%

23.673

2,20%

6.328

Brescia

1.058.919

176.759

14,00%

26.311

2,10%

6.077

Como

524.050

50.757

8,60%

15.587

2,60%

7.009

Cremona

312.062

42.792

11,80%

6.423

1,80%

5.798

Lecco

292.254

31.638

9,50%

6.142

1,80%

7.686

Lodi

197.707

27.203

11,90%

4.137

1,80%

6.028

Mantova

349.453

56.244

13,60%

9.099

2,20%

5.951

Milano

2.680.697

449.936

14,00%

77.636

2,40%

7.598

Monza B

771.124

74.129

8,60%

15.008

1,70%

6.960

Pavia

474.388

58.057

10,70%

10.152

1,90%

5.693

Sondrio

148.547

7.232

4,50%

4.019

2,50%

6.604

Varese

785.140

77.729

8,80%

23.675

2,70%

6.866

TOTALE

8.538.931

1.181.731

11,90%

221.862

2,20%

6.550

DATI RICERCA EUPOLIS Regione Lombardia novembre 2016

Tabella 2: Bilancio fiscale della immigrazione in Lombardia euro correnti

Entrate

Valore

Uscite

Valore

IRPEF

1.151.869.568

SANITA’

1.224.045.824

CONTRIBUTI

889.711.134

PENSIONI

162.564.123

IVA

1.024.204.288

ISTRUZIONE

999.216.576

Tot. ENTRATE

3.065.784.990

Tot. USCITE

2.405.826.523

AVANZO

659.958.467

   

Fonte. Elaborazione Cifre su dati Archimede, Istat, Eurostat e INPS 2016

E ancora: "Sfatiamo e diciamo basta ai luoghi comuni come si vede dai dati gli immigrati si mantengono, nonostante la crisi, nonostante la precarietà che contraddistingue la loro vita, non sono un peso per la comunità. Lo certifica il centro studi della Regione Lombardia, Eupolis: in questa regione gli immigrati producono un avanzo consistente e si confermano una risorsa per l'oggi ma anche per il domani. Detto tutto ciò resta una grande diseguaglianza, il divario di reddito è enorme rispetto agli altri cittadini, particolarmente in Lombardia, la media lombarda è di 37.000 euro per abitante, per gli immigrati in questa regione è di 6.550 euro, più vicini a loro sono i cittadini provenienti dal Sud (es. Calabria) con 15.550 euro. Come si vede c'è sempre qualcuno più a sud degli altri. Infine un dato, solo apparentemente curioso, in Lombardia ci sono ben 8.713 stranieri che frequentano le nostre università".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Ottobre 1945 viene ratificato dai Paesi firmatari lo Statuto delle Nazioni Unite dando così vita alle Nazioni Unite

Social

newTwitter newYouTube newFB