Lecco, 26 luglio 2018   |  
Sport   |  Provincia

Simonetti (Pescatori lecchesi): svolta epocale, il lago è nostro!

Acquisiti i diritti esclusivi di pesca nel bacino di Lecco, Garlate e Olginate.

SetHeight439-simonetti-stefano

La ASD provinciale di Lecco, convenzionata Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee), ha reso noto di aver acquisito importanti diritti esclusivi di pesca sul lago.

L’Associazione provinciale dei Pescatori dal primo gennaio 20019 sarà titolare a tutti gli effetti dei diritti esclusivi di pesca: sul lago di Garlate (1,19 KMQ di acque – 2,81 KM di sponde), sul lago di Olginate (0,55 KMQ – 3,46 KM) e nel bacino di Lecco (13,47 KMQ – 18,13 km)

Complessivamente 15,21 kmq di acque e ben 24,4 km di sponde. Su queste acque dal 2019 sarà obbligatoria la tessera federale della Fipsas per poter pescare.

Il presidente Avv. Stefano Simonetti ha dichiarato: “Abbiamo realizzato il sogno di Airoldi e Lascala… il Lago è nostro! Oggi la Asd provinciale di Lecco convenzionata Fipsas è il proprietario più importante dei diritti di pesca sul Lago di Como – ramo di Lecco. Tale risultato è stato possibile grazie alla passione e all’impegno di molti volontari che per anni hanno lavorato duramente per la diffusione della pesca sportiva, per la salvaguardia dell’ambiente ittico e della fauna ittica autoctona. Il mio grazie va a tutto il Direttivo, a tutte le sezioni affiliate e a tutti i pescatori volontari. Un grazie a tutti i venditori che hanno compreso la nostra passione e la voglia di fare.

L’acquisto dei diritti esclusivi (famiglie Braga e Corti) per noi pescatori sportivi è qualcosa di epocale e immenso. Abbiamo tanti progetti per lo sviluppo della pesca sportiva e attività subacquee nel nostro Lago, con la convenzione con il Monastero di Piona, nelle acque del laghetto di Piona la pesca professionale è già interdetta. Oggi il Lago di Piona è una riserva per pescatori sportivi ma è pure una riserva ambientale per la fauna acquatica dove può trovare un ambiente ideale per la riproduzione.

A breve incontreremo con il nuovo Dirigente dell'ufficio territoriale regionale di Lecco, il nostro obiettivo è creare due bacini dedicati alla pesca sportiva e anche per promuovere, con una scuola pesca, questo sport verso i più giovani. La creazione di due bacini ben individuati e dedicati alla pesca sportiva porterebbe un beneficio alla pesca sportiva ma anche a quella professionale con maggiore pesce per tutti.

Continueremo a sensibilizzare la Regione sulla necessità di introdurre un concreto contenimento di Alloctoni (siluri) e ittiofagi (cormorani). Alle importanti opere ittiogeniche devono seguire concrete azioni di contenimento degli alloctoni e ittiofagi. Infine ribadiremo, per l’ennesima volta, alla Regione la necessità di nuove regole per tutelare Agoni e Lavarelli e specie ittiche autoctone in fase di crescita. Con la Regione Lombardia ci confronteremo costruttivamente su tanti temi sempre nell’interesse dell’ambiente e della pesca sportiva.

Nelle prossime settimane incontreremo anche gli amici della sezione provinciale Fipsas di Como, nei nostri nuovi diritti vi è un tratto di loro competenza (ma ora di nostra proprietà) il tratto è quello delle acque di Valbrona. Con APS Como cercheremo delle sinergie e collaborazioni per una maggiore presenza di pescatori sportivi, mantenendo inalterate le nostre peculiarità e differenze.

Per il mondo della Subacquea e apnea, dal 2019 nel nostro diritto esclusivo, zona Moregallo, introdurremo delle limitazioni per ragioni di sicurezza dei subacquei. Tale zona, oggi di nostra proprietà, diventerà una scuba - freediving point di grande interesse per i tanti appassionati. Dopo tale acquisto rafforzeremo il servizio di vigilanza ittica volontaria con un nuovo corso per guardia pesca volontari nei mesi di settembre e ottobre 2018.

Il nostro obiettivo è continuare a collaborare con la Regione Lombardia, con l’incubatoio di fiumelatte e con le Autorità tutte competenti, per una maggiore diffusione della pesca sportiva lecchese, per una maggiore presenza di fauna autoctona nelle acque della provincia e tutto ciò sempre con il massimo rispetto dell’ambiente. L’acquisto dei suddetti diritti esclusivi di pesca è una grande sfida, ci impegneremo per una pesca più responsabile, per un Lario più attrattivo e con ancora maggiore attenzione al nostro bellissimo territorio”.

 

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newTwitter newYouTube newFB