Lecco, 25 ottobre 2018   |  

Silea: stanziati 700mila euro a favore dei Comuni lecchesi

"Premio per i buoni risultati raggiunti nel 2018 e con l’obiettivo di favorire la prosecuzione dell’impegno di sensibilizzazione".

mauro colombo silea 2017

L’assemblea di coordinamento dei Comuni Soci di SILEA SpA, presieduta da Virginio Brivio, ha esaminato nella seduta di questa sera la situazione economico-patrimoniale della Società che, al 30 giugno scorso, evidenzia un utile, prima delle imposte, pari a € 2.135.232, con una differenza positiva tra maggiori ricavi e minori costi stimata su base annua in circa €. 696.147.

"Alla base di questo risultato - spiega la società stanno diversi fattori. Da un lato la nuova modalità di raccolta “multi-materiale” ha determinato un notevole miglioramento delle frazione di imballaggi in plastica valorizzabili, portando la percentuale da circa il 25% del 2017 a oltre il 60% del 2018. In aumento è anche la quantità di imballaggi in plastica che, rispetto ad una previsione di circa 3.860 ton, dovrebbe raggiungere a fine anno le circa 4.300 ton, con maggiori ricavi conseguiti nei confronti di COREPLA. Inoltre si è assistito ad una riduzione della quantità di rifiuti conferiti attraverso il sacco viola selezionato a favore di una maggiore quantità di carta “mono-materiale”. A tutto ciò si è infine aggiunta la decisione dei soci di Seruso Spa di determinare un corrispettivo di selezione inferiore a quanto a suo tempo ipotizzato nel budget 2018".

L’Assemblea ha quindi approvato la proposta del Consiglio di amministrazione di SILEA SpA di prevedere un premio per i Comuni, in considerazione dei buoni risultati raggiunti nel 2018 e con l’obiettivo di favorire la prosecuzione dell’impegno di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sull’importanza della raccolta differenziata al fine del recupero e del riciclo dei materiali. Tale premio, nella misura economica complessiva di €. 700.000, sarà da ripartire sulla base delle quantità di sacco viola multi-leggero effettivamente conferite da ogni singolo Comune socio, misurate al 30 settembre, e sarà erogato entro la fine di ottobre 2018.

In funzione di queste scelte, si ipotizza una chiusura del bilancio 2018 di SILEA SpA a circa €. 1.455.000 prima delle imposte. L’Assemblea ha approvato a maggioranza (nessun contrario; astenuti: Colico e Dolzago)

Il presidente del Consiglio di amministrazione di SILEA SpA, Mauro Colombo, ha quindi presentato nelle sue linee strategiche il conto economico-previsionale - budget per l’anno 2019, specificano come sui risultati del prossimo anno andranno a pesare gli interventi di sostituzione del termogruppo e della griglia e della torre di lavaggio della linea 1, che determinerà un funzionamento del termoutilizzatore nel 1° semestre su una sola linea.

Ciò comporterà sia un notevole aggravio di costi (energia elettrica acquistata, smaltimento rifiuti presso impianti terzi attraverso il circuito di Mutuo Soccorso, di cui RUR e rifiuti ingombranti) stimati in circa €. 2.200.000, sia una riduzione della produzione di energia elettrica (si prevede un ricavo di €. 2.214.000 a fronte della produzione di 36.900 MWh di energia elettrica, contro i 60.000 MWh consolidati negli anni), sia infine una riduzione dei ricavi previsti dal conferimento di rifiuti al termovalorizzatore, che farà registrare €. 2.674.000 contro €. 4.175.000 previsti nel 2018.

Nonostante questa situazione non favorevole, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato, nella seduta del 2 ottobre scorso, di mantenere invariati i corrispettivi ai Comuni soci, in quanto il risultato previsto non ha origini strutturali ma deriva da fattori di gestione straordinari. Si prevede pertanto una chiusura dell’esercizio 2019 con segno negativo, per €. 695.500 ante imposte, che saranno interamente coperti da SILEA SpA con le proprie riserve, senza gravare sui Comuni soci.

Nel bilancio 2019 è prevista una serie di investimenti: di cui €. 1.190.000 sul termovalorizzatore di Valmadrera (per implementare il sistema di automazione del processo caldaia e realizzare una nuova colonna torre di lavaggio fumi linea 1), €. 600.000 per l’acquisto di una pressa compattatrice che ottimizzi il flusso di carta a recupero e la pressatura delle bottiglie PET, €. 1.500.000 per realizzare un impianto di trattamento dei rifiuti vegetali riducendo i costi di smaltimento e ben €. 9.600.000 per la realizzazione all’impianto di compostaggio di Annone Brianza di un impianto anaerobico per produzione di biometano, la cui progettazione è prevista dalle linee di indirizzo dei soci del 7 luglio 2016 e autorizzata con delibera assembleare del 9 novembre 2017.

L’Assemblea ha approvato il budget 2019, i corrispettivi e gli investimenti a maggioranza (nessun contrario; astenuti: Annone, Civate, Colico, Dolzago, Molteno, Suello)

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newTwitter newYouTube newFB