Lecco, 28 agosto 2018   |  

Si è spento frate Caludio ex della band Biglietto per l’Inferno

di Mario Stojanovic

Negli anni '70 Claudio Canali fece parte del gruppo rock progressivo nato a Lecco.

21319281 1552741514790079 4023809450676832836 o

Frate Isaia, al secolo Claudio Canali, conosciuto anche come Fra Claudio, classe 1952 di Molteno, si è spento nella tarda serata di ieri presso l'Eremo di Minucciano in Garfagnana. Secondo quanto reso noto dai confratelli che gli sono stati accanto nelle ultime ore, Frate Isaia (questo il nome con cui si faceva chiamare) dopo aver lottato contro la malattia, ha accettato serenamente di tornare alla casa del Padre. I funerali saranno celebrati domani, 29 agosto, in Minucciano alle ore 16.

Frate Claudio è cresciuto a Valmadrera dove ha iniziato a suonare per qualche anno il flicorno baritono, una sorta di trombone a pistoni, nella banda musica Santa Cecilia. Dopo un'esperienza nel gruppo dei Gee dove suona svariati strumenti e mette in mostra le proprie doti da front man sul palco, diviene famoso sulla scena rock quale fondatore delle storica band Biglietto per l'inferno, della quale era l'autore dei testi, cantante e flauto traverso.

WhatsApp Image 2018 08 27 at 13.05.40

Fra Mario Rusconi, l'ex sindaco di Valmadrera Marco Rusconi, fra Claudio Canali con un con fratello, Raffaella Brioni e Antonio Rusconi.

Nel 1990 decidere di vivere secondo la regola di San Benedetto come monaco eremita presso l'Eremo della Beata Vergine del Soccorso di Minucciano, un paesino arroccato tra la Garfagnana e la Lucchesia sotto le pendici del monte Uccello in provincia di Lucca. Qui la voce di Claudio intona canti Gregoriani nella liturgia monastica e le note del suo flauto traverso a volte fanno da sfondo ai canti sacri.

L'ultima occasione in cui è tornato a Lecco è stato nell'ottobre del 2010, invitato dai componenti della band “Biglietto per l'Inferno”, in formazione rinnovata, per l'uscita del loro nuovo disco con i brani loro classici rifatti in chiave folk-rock.

WhatsApp Image 2018 08 27 at 13.05.30

Presentazione del nuovo disco alla libreria Cavour di Lecco

In quella occasione ebbe a raccontare la sua storia: «Dopo le classi elementari entrai in seminario, ma lasciai dopo solo un anno. Crescendo mi avvicinai alla musica rock e, con alcuni amici fondali, il gruppo del Biglietto per l'Inferno. Dopo i concerti rincasavo al mattino, quando le persone normali andavano in fabbrica a lavorare. Erano anni belli, ma non ero contento, sentivo il bisogno di spiritualità, di qualcosa o qualcuno che mi riempisse l'anima. Nel 1978 fui coinvolto in un viaggio in India, dove compresi che il mondo materiale che mi ero creato era solo vanità, anzi, mi era di peso per raggiungere la felicità vera».

«Compresi – raccontò ancora – che quanto volevo non era in India o in terre lontane, ma a casa mia al Santuario di San Martino dove Conobbi padre Mario Rusconi che mi aiutò ad avvicinarmi a Dio. Capii che Gesù mi voleva al suo seguito. Iniziai così il mio cammino a Miucciano, in questo luogo, sento solo il canto della natura, che diventa musica per l'anima. Dentro di me l'artista non è mai venuto meno, si è solo affiancato al Monaco. Devo ringraziare tutti i Lecchesi che mi hanno accettato prima come pecorella smarrita e poi come figliol prodigo».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Settembre 1924 è inaugurato a Lainate il primo tratto dell'Autostrada dei laghi, da Milano a Varese, la prima autostrada realizzata al mondo.

Social

newTwitter newYouTube newFB