Lecco, 12 maggio 2019   |  

Sesto posto per il Fiocchi alle Olimpiadi dell'Automazione

La scuola potrà ricevere attrezzature per il settore elettrico-elettronico per un valore complessivo di 1500 €.

01 Classe5F con Coppola

La classe 5F “Manutenzione e assistenza tecnica” insieme al prof. Coppola, con il modello di gru a torre presentato al concorso

Giovedì 9 maggio, presso il Centro Tecnologico SIEMENS di Piacenza, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso “OLIMPIADI DELL’AUTOMAZIONE 2019”, decimo anno dell’iniziativa che consente a tutti gli istituti tecnici e professionali d’Italia di partecipare con un proprio progetto nel campo dell’automazione industriale.

La classe 5F dell’Istituto “P.A. Fiocchi” di Lecco si è classificata al sesto posto tra più di 50 scuola partecipanti, rientrando così tra i finalisti ai quali è stato riconosciuto un premio. In particolare, la scuola potrà ricevere attrezzature per il settore elettrico-elettronico per un valore complessivo di 1500 €.

Il progetto sviluppato dai ragazzi è consistito nell’ammodernamento, dell’ottica dell’industria 4.0, di un modellino perfettamente funzionante di gru a torre, tipica dei cantieri edili.

I ragazzi, coordinati dai prof. Fabio Coppola e con la collaborazione del prof. Andrea Rondinelli, si sono occupati del rifacimento completo del sistema di comando, della realizzazione di un’interfaccia utente innovativa e del collegamento in rete della macchina, in modo da poterla comandare e monitorare da qualunque PC dotato di accesso ad internet.

La partecipazione al concorso ha permesso ai ragazzi di acquisire nuove competenze, sia nel campo dell’automazione industriale, sia per quanto riguarda la capacità di lavorare in sinergia e trovare soluzioni a problemi sempre nuovi e imprevisti.

Inoltre, durante la cerimonia di premiazione è stato particolarmente interessante incontrare altre scuola italiane e potersi confrontare con ragazzi e docenti.

“Un punto di particolare orgoglio deriva dal fatto che la classe 5F è composta da tutti e soli ragazzi che provengono da percorsi regionali di istruzione e formazione professionale e che in questo anno scolastico hanno deciso di intraprendere, con non poche difficoltà, la strada di una quinta statale per poter conseguire il diploma di maturità”, spiega la scuola.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB