Lecco, 27 settembre 2018   |  

Scoperti i call center della droga: spaccio a Lecco, Como e Monza

Dodici ordinanze di custodia cautelare e cinque per obbligo di firma.

Vasta operazione antidroga condotta questa mattina tra le province di Lecco e di Como. Sono state infatti eseguite 7 misure cautelari, 5 custodie in carcere e 2 sottoposizioni agli obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, in forza delle ordinanze emesse dai GIP dei Tribunali di Lecco e Como, su rispettive richieste del Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecco, dott.ssa Zannini e del Sostituto Procuratore della Repubblica di Como, dott.ssa Isella.

L'operazione è nata da un'attivita d’indagine, partita nel 2017 in zona Vial Turati a Lecco, a seguito della quale sono state scoperte diverse “batterie” di spaccio nelle province di Como, Monza e Lecco, con ramificazioni anche a nord di Milano e a Varese.

DSCN9879La Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Lecco, dopo aver sorpreso uno degli indagati nel comune di Olginate, con 21 dosi di cocaina e 700 euro in banconote di piccolo taglio, ha richiesto immediatamente la possibilità di effettuare intercettazioni telefoniche alla Procura di Lecco. Dallo sviluppo dell’attività tecnica è stato così possibile ricostruire un ricco volume di affari di alcuni sodalizi dediti principalmente allo spaccio di cocaina, ma anche di eroina e hashish. Le “batterie” si erano divise il territorio tra i comuni di Lecco e Barzio; Verano Brianza, Monza, Arosio e Lissone; Erba, Cantù, Inverigo e Carugo; Briosco e Nibionno.

Lo cocaina veniva venduta in piccolissime dosi, da circa 0,5 grammi, per un corrispettivo di circa 40 euro ciascuna. Dalle numerose testimonianze ricevute, si riusciva a ricostruire lo schema del “call center”, modus operandi diffuso tra i sodalizi di spacciatori per evitare di esporsi continuamente durante la cessione edassicurare un servizio h 24 per gli acquirenti.

Nel periodo esaminato durante le indagini, dal 2017 al giugno 2018, è stato accertato uno spaccio complessivo di circa 8000 dosi di droga, per un volume di denaro di circa 300.000 euro.

A conclusione dell’attività d’indagine ed a seguito delle richieste dei PM, i G.I.P. dei Tribunali di Lecco e Como emettevano le ordinanze di misure cautelari, per un totale di 12 custodie in carcere e 5 obblighi di firma.

I cittadini magrebini e clandestini, arrestati questa mattina:
1. DANDAN Arbi, classe 1989;
2. EL HABTI Mohamed, classe 1988;
3. MAATOUCH Younesse, classe 1983;
4. BENCHERIFI Mounir, classe 1988;
5. ABBASSI Rachid, detto “Brek”, classe 1992.

Proseguono le ricerche degli altri ricercati e anche nuovi filoni di indagine collegati.

Nella foto nel testo il dirigente della squadra mobile Danilo Di Laura e il capo di gabinetto della questura di Lecco Andrea Atanasio

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newTwitter newYouTube newFB