Lecco, 31 gennaio 2019   |  

Sciopero della vigilanza privata per chiedere il rinnovo di contratto

Cortinovis: “Il contratto è scaduto lo scorso 31 dicembre 2015".

vigilanza privata PRINT no crocini 1

Sarà sciopero il 1 e 2 febbraio per il settore della vigilanza privata e servizi fiduciari. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno proclamato due giornate di sciopero a livello nazionale con manifestazioni a Milano (1 febbraio) e Napoli (2 febbraio). La Filcams di Lecco parteciperà al presidio in corso Monforte, di fronte alla Prefettura del capoluogo lombardo.

“Il contratto è scaduto lo scorso 31 dicembre 2015 – spiega Barbara Cortinovis, segretario generale Filcams Cgil Lecco -. Abbiamo portato avanti la trattativa, poi si è interrotta e solo a seguito dello sciopero del 4 maggio scorso si erano riaperti i tavoli”.

Ci sono però problemi con le parti datoriali. “Innanzitutto chiedono l’innalzamento a 45 ore settimanali – afferma – e il ricorso al lavoro a chiamata a intermittenza. Poi non hanno mai parlato di un aumento salariale, almeno fino a poche settimane fa. Oggi c’è un’apertura da questo punto di vista, ma non si dice a quanto ammonta. Inoltre hanno parlato di togliere il pagamento dei primi tre giorni di malattia e di ridurre il periodo di comporto utile alla conservazione del posto. Questo è un atteggiamento irriguardoso verso lavoratori e sindacati”.

Per questo anche i lavoratori lecchesi scenderanno in piazza.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Febbraio 1830  Antonio Rosmini, sacerdote e filosofo, fonda l'Istituto della Carità al Sacro Monte di Domodossola.

Social

newTwitter newYouTube newFB