Lecco, 28 luglio 2018   |  

Santa Marta e i Michini, il Prevosto: "affidiamoci a lei"

di Mario Stojanovic

Oggi pomeriggio, dopo il canto dei vespri, alle ore 17, la chiesa di Santa Marta chiuderà e riaprirà i primi giorni di settembre.

WhatsApp Image 2018 07 28 at 10.46.42

Grande gioia ed emozione questa mattina a Lecco per la festa liturgica di Santa Marta, celebrata, proprio nella chiesa a Lei dedicata, nel cuore della città. La celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal Prevosto di Lecco, mons. Franco Cecchin. Ad animare l'evento religioso il coro della terza età Delfino Nava.

All'inizio della celebrazione mons. Cecchin ha accolto i tanti fedeli presenti con queste parole: "È una grande responsabilità per me celebrare la festa di oggi, proprio in questa chiesa nel cuore della nostra città. Santa Marta è anche la protettrice dei cuochi, delle cuoche e delle casalinghe. Siamo certi che questa Santa intercedera, per la nostra stupenda città, affinché faccia un salto di qualità, affinché il turismo diventi fonte di sostegno economico per molte famiglie".

Durante l'omelia il Prevosto ha aggiunto: "Quasi 11 anni fa approdai a Lecco. Questa chiesa mi ha sempre affascinato. Sto per lasciare Lecco e questo mi lascia un velo di tristezza. Sempre ricorderò il dinamismo e la laboriosità dei lecchesi, un dinamismo in cui anche io mi sono calato ma che non deve essere materialismo, ma sorretto dalla spiritualità interiore. Inoltre Santa Marta è anche la santa dell'ospitalità: Lecco apri le tue porte e sii ospitale".

"Celebrare con voi oggi per l'ultima volta questa festa - ha concluso mons. Cecchin - : anche gioia: lascerò la città, ma insieme continueremo a costruire la civiltà dell'amore con lo sguardo e il cuore sempre rivolti a nostro Signore Gesù Cristo".

Al termine sono stati benedetti e distribuiti i tradizionali michini. Con il bacio alla reliquia di Santa Marta si è conclusa la cerimonia. Oggi pomeriggio, dopo il canto dei vespri, alle ore 17, la chiesa di Santa Marta chiuderà e riaprirà i primi giorni di settembre.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newTwitter newYouTube newFB