Lecco, 14 luglio 2017   |  

Salendo sul San Martino lungo il sentiero dei Pizzetti

di Giancarlo Airoldi

Ultimo appuntamento del viaggio di Resegoneonline alla scoperta dei sentieri noti e meno noti (ma ugualmente belli) delle nostre montagne.

mappa PIZZETTI 2 

Sentiero spettacolare che in pochi minuti dalla città porta in ambiente selvaggio ed impervio. Itinerario non banale (soprattutto in discesa) con qualche tratto attrezzato, non adatto a famiglie con bambini. È stato rivalutato anni or sono dal G.S. Aurora San Francesco che ha costruito sulla vetta del pizzetto meridionale un altare con madonnina a protezione del popoloso quartiere di Santo Stefano e reso recentemente più percorribile dall'intervento del Comune di Lecco.

Per il rientro ad anello è possibile seguire il sentiero n.52 fino a Rancio dove si incrocia la strada di servizio del vallo paramassi che in modo del tutto agevole conduce fino a Lecco e al punto di partenza.

Per questo itinerario il bus di servizio è quello della linea n.8 che ha la fermata più vicina alla stazione di via Sassi e discesa alla chiesa dei Frati. Al bivio successivo, in corrispondenza della rotonda, prendere a sinistra in via Santo Stefano fino alle indicazioni con bacheca per il sentiero n.53 che si stacca direttamente dalla strada asfaltata.

Nel 2012 dopo l'ultimo intervento di manutenzione il sentiero è stato dedicato a Piero Pensa, socio e fondatore del gruppo sci montagna dell'Aurora San Francesco.

Going up Mount San Martino Along the Pizzetti Path

This is the final article in Resegoneonline’s journey of discovery of the renowned and less well-known (but equally beautiful) paths in our mountains.

This extraordinary path will lead you from the city to a wild and arduous environment in a few minutes: this is a tough itinerary (especially during the steep descent) and it is only partly equipped with safety lines, so it’s not suitable for families with children. The association G.S. Aurora San Francesco upgraded it a long time ago and built an altar with a statue of Mary on the peak of the southern side of pizzetto, so that the thickly-populated neighbourhood “Santo Stefano” could be under its protection, while the local municipal authorities have recently made the path more practicable.

It’s possible to come back following path 52 to Rancio, where it intersects the service road, next to a structure used to avoid rockfalls, which will easily lead you back to the starting point. For this route you should get on the bus line number 8, which has the nearest stop in Sassi street and goes down to the Friars’s church. At the next crossroads, once you get to the roundabout, you should go to the left taking Santo Stefano street and move towards a notice board with indications for path 53, which proceeds separately from the asphalt road.

In 2012, after its last maintenance, the path was dedicated to Piero Pensa, a member and founder of the group Aurora San Francesco.

Starting point: Lecco – Rione S. Stefano m.240
Arrival point: CHALET S.MARTINO SQUARE m. 767
Difference in height: m. 527
Difficulty : EE
Estimated hiking time: 1 hour 15 minutes
Path number: 53

tabella pizzettiSi ringraziano Paolo Tentori per la collaborazione alla stesura dei testi e il fotografo Federico Cattaneo per la parte grafica. I percorsi sono stati tracciati per l'occasione con il Gps direttamente da Giancarlo Airoldi.

Il racconto fotografico della salita lungo il sentiero dei Pizzetti:

belvedere PIZZETTI 009

Il belvedere su Lecco lungo il sentiero dei Pizzetti

 

ALTARE SU PIZZETTO

L'altare con la Madonnina che veglia sul rione di Santo Stefano

 

PIZZETTI chiesetta e rifugio 2 004

Il rifugio Piazza e la chiesetta sul San Martino

 

S. MARTINO PIZZETTI salendo 029

Salendo lungo il sentiero dei Pizzetti

 

S. MARTINO PIZZETTI catena lago 022

Un tratto attrezzato del sentiero dei Pizzetti

 

S. MARTINO PIZZETTI panorama 034

Lo splendido panorama verso Lecco visto dal sentiero dei Pizzetti

 


LEGGI ANCHE:
Monte San Martino: al rifugio Piazza per il sentiero 52
LEGGI ANCHE: In vetta al Monte Magnodeno lungo il sentiero 25A
LEGGI ANCHE: Salita al Corno Medale lungo il sentiero 56A
LEGGI ANCHE: Da Laorca alla scoperta del Monte Melma lungo il sentiero Spada
LEGGI ANCHE: Il Monte Cornizzolo e San Pietro al Monte
LEGGI ANCHE: Da Rancio in vetta al San Martino lungo il sentiero Silvia
LEGGI ANCHE: Due passi ai piedi del Grignone, da Baiedo a San Calimero
LEGGI ANCHE: Dai Piani dei Resinelli al Rifugio Rosalba lungo il sentiero delle Foppe
LEGGI ANCHE: Rifugio Griera: quattro passi ai piedi del Legnone
LEGGI ANCHE: Da Lecco alla vetta del Resegone lungo lo storico sentiero 1
LEGGI ANCHE: Il Sentiero del Viandante: da Lierna a Varenna per la variante alta
LEGGI ANCHE: Da Dervio a Colico passeggiando sul Sentiero del Viandante
LEGGI ANCHE: Alla scoperta della Val Biandino e dei suoi sentieri
LEGGI ANCHE: Dalla strada per Morterone alla vetta del Monte Due Mani
LEGGI ANCHE: In cima alla Grignetta per la cresta Cermenati

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Luglio 1992 a Palermo, a pochi mesi dalla strage di Capaci, viene ucciso dalla mafia il procuratore della Repubblica Paolo Borsellino

Social

newTwitter newYouTube newFB