Lecco, 11 gennaio 2018   |  

Rotary Club Colico e Lecco: L’Europa, un equilibrio possibile?

La lezione del Prof. Roberto Perotti, ordinario di Economia Politica in Bocconi

fullsizeoutput 18ba

Comprendere appieno la complessità delle relazioni tra Stati europei è possibile solo immedesimandosi con le necessità e i punti di vista dei diversi interlocutori, senza arrestarsi a posizioni demagogiche e semplicistiche, perlopiù suggerite da una politica finalizzata al consenso del giorno dopo le elezioni.
Questo il suggerimento proposto ai Soci di RC Lecco e RC Colico da Roberto Perotti, Ordinario di Economia Politica dell’Università Bocconi di Milano e consulente delle più importanti istituzioni economiche mondiali, invitato a tenere una lezione sugli equilibri in materia economica e finanziaria nell’Unione Europea.

Una riflessione basata su realismo e competenza, intesa a restituire la situazione attuale secondo tutti i fattori in gioco, grazie a ricchezza di esempi e di statistiche capaci di mostrare la complessità del dialogo tra Paesi del Nord Europa e del Sud Europa. Dialogo troppo spesso ostacolato da posizioni pregiudiziali ed ideologiche, promosse da una politica del consenso, incapace di “sacrificarsi” per favorire la crescita e la stabilità anche degli Stati più in difficoltà.

Un intricato e propagandistico gioco di potere che, insieme agli oggettivi elementi di crisi degli ultimi anni, va a limitare lo sviluppo dell’unico fattore che, a lungo andare, fa la differenza: la capacità produttiva di uno Stato. E il compito di mettere in campo tutte le risorse ed i provvedimenti utili per uscire dalle nostre criticità non può essere demandato ad altri, che siano altri Paesi europei oppure istituzioni e garanzie mondiali: non ci sono scorciatoie, siamo in primis noi italiani a doverci rimboccare le maniche e mettere in salute i nostri conti pubblici e il nostro sistema fiscale.

“Anche questo incontro – ha dichiarato Francesca Rota, Presidente di RC Lecco – è motivato dalla volontà di riflettere sulla realtà attuale: solo a partire da una consapevolezza fondata e ragionata della situazione è possibile agire sul territorio, nelle nostre imprese, nei nostri studi professionali e nel rapporto con le istituzioni, in modo veramente proficuo ed utile. Vorrei ringraziare i Presidenti del Rotary Club Colico e del nostro Rotaract per la collaborazione nell’organizzare questi eventi e nella condivisione del proposito di essere sempre più attivi per contribuire alla crescita e al benessere del nostro Lago”.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB