Lecco, 28 gennaio 2019   |  

Rissa in stazione a Lecco, Salvini: il Sindaco ha gli strumenti per intervenire

L'assessore De Corato: Simili episodi non possono e non devono essere più tollerati.

stazione Lecco esterno edificio

“Maxirissa in stazione a Lecco tra marocchini ed egiziani: minacce, botte e coltelli. Grazie alle Forze dell’Ordine, che sono intervenute prontamente. Da parte mia, un rinnovato impegno per cacciare dalle città balordi e delinquenti. Ma ricordo che grazie al Decreto sicurezza anche i sindaci hanno poteri in più per contrastare degrado e illegalità”: lo dichiara il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

"Nel piano di potenziamento delle Forze di Polizia, a Lecco - continua Salvini - sono state previste 17 unità in più di cui 13 già operative. Dieci poliziotti sono stati assegnati alla questura: sei già arrivati mentre gli altri quattro entreranno in servizio a febbraio. Altre sette unità, invece, sono andate a rinforzare la Polizia Ferroviaria".

Sul tema interviene anche l'assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato: "Proprio mercoledì scorso, nella Prefettura di Lecco, abbiamo firmato il patto per la sicurezza anche per fermare la violenza nelle stazioni ferroviarie e fornire di strumenti adeguati coloro che saranno impiegati nel contrastare questi delinquenti. Simili episodi non possono e non devono essere più tollerati, un ringraziamento particolare alle Forze dell'Ordine che con il loro intervento hanno impedito che la situazione degenerasse."

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Aprile 2008 a San Giovanni Rotondo (Foggia), la salma di san Pio da Pietrelcina viene esposta alla venerazione dei fedeli.

Social

newTwitter newYouTube newFB