Lecco, 21 gennaio 2019   |  

Rimborsi chilometrici auto e fringe benefit

di a cura dello studio Qualitas Commercialisti Associati

Pubbliche le tabelle dei costi chilometrici di autovetture e motocicli

dedurre costi benzina e diesel

L'Agenzia delle Entrate ha reso pubbliche le tabelle dei costi chilometrici di autovetture e motocicli, elaborati dall'ACI e utilizzabili dal 1.01.2019 per la determinazione dell'imponibile da aggiungere al reddito di lavoro dipendente per i veicoli assegnati al lavoratore e utilizzati in modo promiscuo.

Le tabelle riguardano:
autoveicoli a benzina in produzione;
autoveicoli a gasolio in produzione;
autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo in produzione;
autoveicoli elettrici e ibridi in produzione;
autoveicoli a benzina fuori produzione;
autoveicoli a gasolio fuori produzione;
autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo fuori produzione;
autoveicoli elettrici e ibridi fuori produzione;
motoveicoli.

Per effetto dell'art. 51, cc. 3 e 4, lett. a) TUIR, il valore normale che si assume per la valorizzazione dell'utilizzo di tali beni è pari al 30% della tariffa chilometrica ACI rapportata ad una percorrenza annua di 15.000 km, al netto di eventuali importi trattenuti al dipendente.

In altri termini, quando il datore di lavoro intende assegnare al dipendente un'autovettura o un motociclo immatricolato a nome dell'azienda, da utilizzare sia in ambito lavorativo che personale, occorre far riferimento alle tariffe indicate nel comunicato dell'Agenzia che ogni anno è predisposto entro il 30.11 e pubblicato entro il successivo 31.12 ed è utilizzabile per l'anno successivo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Aprile 1926 la Western Electric e la Warner Bros annunciano l'ideazione del Vitaphone, un processo per aggiungere suoni ai film

Social

newTwitter newYouTube newFB