Bulciago, 10 febbraio 2018   |  

Raccolta fondi per pullmino trasporto socioassistenziale

di Italo Allegri

L’Amministrazione comunale di Bulciago lancia una raccolta fondi per implementare i mezzi di trasporto del servizio socioassistenziale con la società “Pulminoamico”. Nei prossimi giorni un incaricato contatterà ditte, commercianti e cittadini per illustrare nel dettaglio il progetto.

IMG 6871

Aumenta sempre di più la fascia di cittadini che fanno ricorso ai Comuni per usufruire dei servizi sociali e, tra questi, quello del trasporto di ragazzi e persone anziane. Un dato di fatto preso in debita considerazione dell’Amministrazione di Bulciago, che lancia una proposta alla cittadinanza per implementare il parco macchine, aggiungendo un nuovo mezzo a quelli tutt’ora disponibili.

L’iniziativa è stata presentata nella serata di venerdì 9 febbraio nella Sala Consiliare di Bulciago dal Sindaco e Assessori, presente la società “Pulminoamico” con sede a Giussano, che da oltre un decennio fornisce automezzi appositamente attrezzati per questo genere di trasporto, favorendo così l’incontro tra pubblico e privato, ponendo al centro la qualità del servizio.

Lo spunto ad adottare questa soluzione è stato avanzato dall’Assessore Nicola Corsaro per avere raccolto riscontri positivi nei comuni del territorio, dove già attuata da alcuni anni.

Attualmente il trasporto per le persone bisognose è effettuato dall’Associazione Terza Età di Bulciago in collaborazione con altri tre comuni limitrofi: Cassago, Nibionno e Costamasnaga, tutti coordinati da Michela. I volontari accompagnano ogni giorno a scuola bambini che non possono avvalersi dei normali mezzi di trasporto, nei diversi centri della provincia, e le persone anziane che ne hanno bisogno, accompagnando circa una trentina di persone. Un impegno non indifferente che inizia all’alba delle 7.00 per concludersi alla sera intorno alle 19.00, quando non giunge qualche imprevisto a cui si deve far fronte! Alla schiera di volontari e all’Associazione Terza Età, l’Amministrazione di Bulciago ha espresso un grazie sincero per voce dei Vicesindaco Raffaella Puricelli.

“L’idea è quella di implementare il parco macchine – mezzi assai costosi –, ma è un problema sia per l’ente pubblico che le associazioni. La proposta allora è quella di creare delle sinergie tra pubblico e privato per raggiungere un obiettivo importante, che è quello di dotare l’ente pubblico di un mezzo di trasporto per le persone bisognose” spiega il Sindaco Luca Cattaneo.

Presenta il progetto Donatella Gerosa responsabile commerciale di “Puliminoamico”, azienda che si occupa di dare aiuto ad anziani e disabili che non possono muoversi da soli. L’obiettivo è l’acquisto di un Ducato con 9 posti atto ad accogliere 1 o 2 carrozzine. Il progetto durerà 4 anni, rinnovabile per altrettanti e il comune avrà a disposizione un mezzo che circola per tutti i giorni della settimana. Il pullmino è dotato di pedana elettrica e di braccio automatizzato per accompagnare gli anziani e sarà guidato da. volontari. È compresa inoltre l’assicurazione polizza casco senza la franchigia, copertura legale per chi lo guida, tele soccorso che fornisce le informazioni necessarie in caso di frenata brusca o incidente, manutenzione del mezzo incluso cambio gomme, carburante.

Il costo della fornitura sarà di circa 90 mila euro da spalmare nell’arco temporale di 4 anni, puntualizza la titolare della società “Pulminoamico” Francesca Musti.

 “Lo spaccato del mezzo è stato diviso in spazi di adesione – chiarisce Donatella –, per dare la possibilità a imprenditori, commercianti e semplici cittadini di poterci dare una mano, a seconda della disponibilità. Ciascuno può acquistare uno spazio facendo una donazione completamente deducibile di fiscalità. Chi lo desidera può apporre la propria immagine, il proprio logo o una dedica sul mezzo”, chiarisce la responsabile commerciale. L’automezzo viene poi dato dalla società in comodato d’uso al Comune, che si avvarrà della collaborazione dell’Associazione Terza Età per il trasporto.

Interviene il Vicesindaco Raffaella Puricelli affermando che la fascia delle persone che ricorrono ai servizi sociali va aumentando per diverse problematiche: “e non è solo indotta dalle persone straniere, perché oggi è l’italiano il primo ad avere bisogno dei servizi sociali e anche a loro noi, come Comune, dobbiamo dare delle risposte”.

Oggi i comuni non hanno più capitoli di bilancio da investire in questo settore e le pastoie burocratiche sono tali che rendono difficoltosa qualsiasi piccola spesa, come quella del carburante. Considerata l’esperienza positiva delle amministrazioni limitrofe, quella che proponiamo “è una opportunità da cogliere, che potrà avere vita solo grazie al buon cuore di imprenditori, associazione e cittadini, che decideranno di dare una piccola parte del loro contributo per sostenere il proprio paese”, ribadisce Raffaella. E garantirà, inoltre, di offrire un servizio con mezzi più sicuri e adeguati alle persone bisognose.

Nei prossimi giorni imprenditori e commercianti saranno contattati dalla Dott.sa Gerosa, che illustrerà loro nel dettaglio il progetto del Comune di Bulciago. Si presenterà con un identificativo di riconoscimento su mandato dell’Amministrazione comunale. Dal settore economico giungono segnali positivi di ripresa in atto, che fa ben sperare nel futuro.

Il progetto è promossa dal Comune per migliorare e incrementare il servizio di trasporto di un ente che gestisce le risorse come fossero quella di una grande famiglia, dunque all’insegna della massima trasparenza. Tutto ciò sarà rendicontato sul portale del comune e ogni cittadino potrà accedervi.

Ora l’iniziativa parte da Bulciago, ma è aperta alla collaborazione dei paesi circonvicini, soprattutto di quelli che si trovano sulle tratte degli itinerari percorsi per raggiungere Lecco, Bosisio, Pontelambro.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Febbraio 1984 viene firmato l'accordo di villa Madama, il nuovo concordato tra Italia e Santa Sede.

Social

newTwitter newYouTube newFB