LEcco, 04 febbraio 2020   |  

Provincia e Comuni al primo passo del progetto Lombardia Europa 2020

Argomento dibattuto durante la giornata è stata la Strategia territoriale del Servizio europeo di area vasta della provincia di Lecco.

Schermata 2020 02 04 alle 16.25.59

Venerdì 31 gennaio, nella sede della Provincia di Lecco, si è svolto il primo Eurolaboratorio del progetto Lombardia Europa 2020, a cui hanno partecipato i rappresentanti dei seguenti enti: Provincia di Lecco, Comuni di Lecco, Cernusco Lombardone, Dolzago, Ello, Rogeno, Missaglia, Osnago, Primaluna, Vercurago, Gal quattro Parchi Lecco Brianza, Ufficio territoriale regionale Brianza Lecco.

Argomento dibattuto durante la giornata è stata la Strategia territoriale del Servizio europeo di area vasta della provincia di Lecco, in relazione agli obiettivi strategici della programmazione europea 2021-2027: un’Europa più intelligente, più verde, più connessa, più sociale, più vicina ai cittadini.

I partecipanti sono stati stimolati a individuare le potenzialità del territorio in rapporto agli obiettivi di policy perseguiti dall’Unione europea con la prossima programmazione. E’ stato presentato l’albero degli obiettivi strategici, trasformato in albero delle idee grazie alle quali promuovere la trasformazione del territorio a partire dalle esigenze e dai bisogni più sentiti. Qualità dell’aria, dissesto idrogeologico, rigenerazione urbana, digitalizzazione, reti museali sono alcuni degli innumerevoli spunti di riflessioni a partire dai quali concretizzare progettualità operative.

Il percorso continuerà con la giornata di venerdì 14 febbraio sul tema del Sistema di governance, in cui sarà data una restituzione dei punti di forza e di debolezza del territorio in relazione all’attività di europrogettazione degli enti locali, emersi nel corso del Focus Group del giugno 2019. Si affronterà il tema del coordinamento territoriale nelle sue diverse articolazioni: commissioni di lavoro, staff comune di supporto, gruppi di europrogettazione, con l’obiettivo di individuare modalità di lavoro snelle e funzionali alla concreta operatività.

Gli Eurolaboratori si concluderanno con la giornata di venerdì 6 marzo sul tema del Piano di sostenibilità del Servizio europeo di area vasta, in cui sarà affrontato il nodo cruciale della persistenza nel tempo del servizio quale rete di collaborazione strutturata.

L’intero progetto Lombardia Europa 2020 è realizzato da Regione Lombardia, Anci Lombardia e Provincia di Brescia e finanziato dal Fondo sociale europeo con servizi di formazione e accompagnamento per gli enti locali, utili al reperimento di finanziamenti per i Comuni e le Province, all'interno dell'attuale programmazione 2014-2020 e per la futura programmazione della Commissione europea 2021-2027.

La Provincia di Lecco e il Comune di Lecco hanno aderito al progetto, sottoscrivendo un accordo che mira a creare un Ufficio Europa operativo sul territorio di ciascuna Provincia lombarda.

“Gli Eurolaboratori - commenta la Consigliera provinciale delegata Agnese Massaro - rappresentano la fase di co-progettazione partecipata del nuovo Servizio Europa che si intende attivare e si posizionano tra la fase di analisi del contesto e la fase di start-up. Il primo Eurolaboratorio è stato molto utile per delineare l’importanza della strategia territoriale dei Servizi europei di area vasta; si è trattato di un incontro operativo per individuare le potenzialità del territorio e la rispondenza o meno dei progetti in corso rispetto agli obiettivi della programmazione europea. L’obiettivo finale di questo importante lavoro di rete è quello di far conoscere agli amministratori locali e agli operatori della pubblica amministrazione le opportunità offerte della progettazione europea, favorendo così l’accesso ai fondi comunitari, come occasione di crescita per tutto il territorio. Questo si può fare attuando un percorso di governance che prenderà forma nei prossimi incontri”.

“Il confronto con l’Europa - aggiunge l’Assessore del Comune di Lecco Lorenzo Goretti - ci permette di capire come utilizzare al meglio le risorse a disposizione. Il Comune di Lecco crede molto in questo progetto che ci aiuterà a migliorare la quantità e la qualità dei servizi, in particolare sui temi della rigenerazione urbana, della prevenzione del dissesto idrogeologico, dell’aria pulita. Per il Comune di Lecco lavorare in rete vuole dire anche confrontarsi con il territorio, per una crescita che coinvolge tutti gli attori coinvolti e che consente di realizzare progetti uniformi e di più ampio respiro”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Settembre 1540 l'Ordine dei Gesuiti riceve il proprio statuto da Papa Paolo III

Social

newTwitter newYouTube newFB