Lecco, 03 settembre 2018   |  

Professione perpetua di due frati cappuccini lecchesi

di Gabriella Stucchi

Matteo Stefanoni, di 25 anni (parrocchia S. Francesco) e Mattia Senzani, classe 1980, di Acquate

IMG 4511

Matteo Stefanoni e Mattia Senzani hanno pronunciato i voti solenni nelle mani dei padri provinciali della famiglia francescana.

Domenica 2 settembre alle 15.30 presso la chiesa di Santa Maria degli Angeli (piazzale Velasquez, Milano), durante la celebrazione eucaristica cinque postnovizi cappuccini hanno fatto la professione perpetua all’interno del loro Ordine.

Tra questi due lecchesi: Matteo Stefanoni, di 25 anni (parrocchia S. Francesco), che ha frequentato il Liceo classico Leopardi; Mattia Senzani, classe 1980, di Acquate, che è laureato in ingegneria.

DSCN1859Il postulato lo hanno trascorso a Lendinara, in Veneto; il noviziato a Tortona, incentrati sull’esperienza approfondita della vita fraterna, della preghiera e del servizio agli ultimi alla fine del quale, a settembre, hanno fatto la professione semplice, non ancora “ pubblica” , con la vestizione.

Poi è iniziato il periodo di post –noviziato, della durata di tre anni: Matteo a Cesano Boscone, poi ad Amatrice. Mattia ad Amatrice, poi convento dell’ Annunciata in Val Camonica. Domenica 2 settembre hanno espresso i voti perpetui ed ora entrano a fare parte definitivamente della fraternità dei frati minori cappuccini. Il percorso si completa con i prossimi 4 anni di teologia a Venezia.

Commozione tra parenti, amici, comparrocchiani. Ora Matteo e Mattia saranno accompagnati dalla preghiera delle proprie comunità perché il cammino sulle orme di S. Francesco si porti a compimento.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Settembre 1924 è inaugurato a Lainate il primo tratto dell'Autostrada dei laghi, da Milano a Varese, la prima autostrada realizzata al mondo.

Social

newTwitter newYouTube newFB