Varenna, 16 marzo 2017   |  
Turismo   |  Provincia

Primav...arenna: “La Natura si risveglia sul Lago di Como”

Un ricco calendario di iniziative quello predisposto per i giorni 25 e 26 marzo.

DSC 1018

Varenna, incantevole borgo di origine romana al centro del Lago di Como e località turistica tra le più rinomate del Lario, ospiterà sabato 25 marzo e domenica 26 marzo la quarta edizione di “PRIMAV...ARENNA! La Natura si risveglia sul Lago di Como”.

Il paese, un manipolo di casette colorate abbarbicate ad un promontorio proteso verso il lago, è sovrastato dalla imponente mole del Castello di Vezio. Paolo Giovio così ne parlava “non v’è nulla di più generoso dei suoi vigneti, né di più ricco e colmo di dolcezza dei suoi giardini di limoni e cedri. Sulla sua riva, alta e soleggiata, sempre verdeggiano boschetti odorosi, poiché il suo orientamento è così adatto a ricevere i raggi del sole ed è l’autunno ad esser lunghissimo, e dolce nel suo tepore, che fiacca la durezza dell’inverno, così da formare una continuità con il tempo primaverile...” (La descrizione del Lario – 1537).

L’evento intende rallegrare l’arrivo della Primavera, raccogliendo nella centralissima Piazza San Giorgio – l’antico Foro Romano – alcuni tra i nomi più prestigiosi del settore florovivaistico nazionale, che esporranno e venderanno le loro produzioni più accattivanti. Accanto a loro, selezionati produttori a KM zero di eno-gastronomia ed artigiani con le loro opere di altissima e raffinata qualità. Sabato e domenica, dalle 10 al tramonto.

Fiore eletto a simbolo dell’edizione sarà la PRIMULA. Genere vastissimo, comprende un numero di specie che si aggira intorno alle 550. Sono piante delle zone temperate e fredde dell’emisfero settentrionale. La vera terra delle primule è l’Oriente: nella sola regione Himalayana vivono una ottantina di specie e una buona metà di tutte le primule esistenti è spontanea di questa parte del globo che comprende Giappone e Cina. Si trovano dal livello del mare sino a oltre i 3500 m. Da sempre le si associano virtù medicinali e non a torto i francesi dicevano “qui a de bugle et du sanicle fait aux Chirurgiens la nicle” - “chi possiede l’Ajuga o la Primula non ha bisogno dei chirurghi”.

Nei nostri boschi spiccano ai primi segni del disgelo – inconfondibili messaggere dell’ormai imminente Primavera- le classiche PRIMULA ACAULIS (con la tipica forma a rosetta) e la PRIMULA VERIS (con lo stelo floreale allungato). Ippolito Pizzetti, citandone alcune tra le varietà autoctone italiane, le reputa “meritevoli di ore di cammino per essere viste nascoste come sono nei crepacci, in vallette ombrose...”. Vita Sackville– West le amava a tal punto da seminarne ogni anno a centinaia nel suo giardino; nelle sue memorie le cita con tono autobiografico “Ho ripensato che tutta la famiglia Primula è di natura socievole, e odia la solitudine e l’esser considerata pianta solitaria...”.

Sabato 25 marzo nel pomeriggio, un ospite d’onore ed un incontro per veri intenditori: Paolo Pejrone ritornerà a Primav...arenna! Vi sarà poi una chiacchierata appunto tra Paolo Pejrone, Sophie Agata Ambroise, Marco Bay ed altri amici, alla Stazione ferroviaria di Fiumelatte coi suoi giardini ri-nati a vita nuova, dopo che il Comune di Varenna nel 2016 ne ha rilevato la conduzione. La struttura e le pertinenze, sono state sottoposte ad un primo significativo restyling che ha permesso di restituire nella sua funzionalità quotidiana questo piccolo gioiello architettonico di fine ‘800. A seguire, vi sarà una piccola cerimonia per l’intitolazione dei giardini e del belvedere della stazione ad Enrico Cappellini, grande Giardiniere e Amico di Varenna. La due giorni vedrà inoltre presso la Sala Rosa e Marco De Marchi la personale di Lidia Vanzetti, grandissima pittrice botanica, più volte premiata a Londra dalla Royal Horticoltural Society per la qualità e la tecnica sublime dei suoi acquerelli.

Domenica 26 Beatrice Lampugnani ci guiderà con laboratori guidati alla scoperta degli orti sinergici: un piccolo mondo affascinante. Durante la due giorni, inoltre, si susseguiranno visite guidate a VILLA CIPRESSI E VILLA MONASTERO, con i loro
giardini collegati creando così un percorso direttamente affacciato a lago, di svariati chilometri, tra agavi, yucche, agrumi, glicini e palme, magnolie ed altre centinaia di specie mediterranee. (NUMERO CHIUSO E SOLO SU PRENOTAZIONE)

Per la prima volta aperto al pubblico poi, il giardino di VILLA SARTIRANA MAPELLI. Elegante Villa Liberty costruita alla fine del XIX secolo come residenza di vacanza dei Conti Sartirana, fu poi proprietà di Mario Mapelli, direttore amministrativo del Corriere della Sera sino al 1970. La Villa appartiene ora alla famiglia Villoresi. Ospita un parco paesaggistico di grande pregio ambientale, di notevole interesse sia per il valore storico che per la ricchezza di specie vegetali. (Taxodi, Ginko biloba, Liriodendri, Magnolie, Azalee, Rododendri...). Vialetti e scalinate si integrano magistralmente con il territorio circostante e con lo sfondo del lago, creando scorci unici. Nel giardino sono presenti elementi decorativi architettonici che ne aumentano bellezza e fascino. Nel 2006 il giardino è stato sottoposto ad un importante intervento di riqualificazione secondo il progetto dell’Architetto Pier Fausto Bagatti Valsecchi.
(NUMERO CHIUSO E SOLO SU PRENOTAZIONE)

In occasione di PrimaV...arenna! si inaugurerà ufficialmente la GREENWAY DEI PATRIARCHI, recentemente aperta al pubblico. Durante la due giorni vi saranno quindi “passeggiate guidate”, di taglio botanico, lungo la Greenway. Greenway dei Patriarchi: a passo lento, attraversando Varenna ed alcune delle sue più belle frazioni, lungo viuzze, sentieri o brevi tratti su rotabile per gustare scorci e panorami deliziosi, immersi in un contesto pieno di vita e bellezza: ecco a voi la Greenway dei Patriarchi! Ma chi sono i Patriarchi, innanzitutto? Da tempo immemore, i varennesi sono soprannominati “Patriarchitt” (ossia “i Patriarchini”, perché a suo tempo praticanti il rito religioso patriarchino di Aquileia); oggi i “Patriarchi” rappresentano le persone anziane di Varenna, quelle longeve e sagge.
(NUMERO CHIUSO E SOLO SU PRENOTAZIONE).

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Giugno 1910 è fondata a Milano la Anonima lombarda fabbrica automobili, ovvero l'Alfa Romeo.

Social

newTwitter newYouTube newFB