Lecco, 05 marzo 2019   |  

Presentata l’Impresa Sociale Consorzio Girasole

A guidare la squadra sarà il Consiglio di amministrazione con il presidente Carlo Colombo.

IMG 3455

È nata ufficialmente, con la firma dell’atto di costituzione davanti al notaio lo scorso giovedì 28 febbraio, l’Impresa Sociale Consorzio Girasole per la gestione dei servizi sociali di 26 comuni lecchesi.

"Scegliendo l’Impresa sociale - hanno spiegato gli amministratori - infatti i Comuni hanno inteso consolidare, dare continuità e sviluppare in forma “istituzionalizzata” un’esperienza decennale di coprogettazione con enti del terzo settore nella gestione di servizi socio-assistenziali e socio-educativi, al fine di salvaguardare la qualità dei servizi erogati, non incidere negativamente sui bilanci pubblici e conseguire una precisa “visione” di welfare locale e del rapporto tra enti affidanti, soggetti del privato sociale, utenti dei servizi e comunità locale nel suo insieme. Per dare concretezza a questi obiettivi, i Comuni aderenti hanno indetto una procedura a doppio oggetto finalizzata alla selezione dei soci privati dell’Impresa Sociale Consorzio Girasole e al contestuale affidamento a quest’ultimo di compiti operativi relativi alla gestione dei servizi affidati."

Nel dicembre dello scorso anno il raggruppamento temporaneo di impresa con capofila il Consorzio Consolida si è aggiudicato la gara ad evidenza pubblica con una proposta economica del valore di 48.925.000 euro per la gestione dei servizi per sei anni, ai quali sono da aggiungersi: 51.000 euro per l’acquisto della quota societaria di maggioranza, 49.000 euro per il Fondo di garanzia a tutela del capitale versato dai Comuni, un valore di 7.532.661,71 euro in risorse aggiuntive di prestazioni materiali ed economiche messe a disposizione dei Comuni per la gestione dei servizi territoriali.

Il 18 febbraio si è costituita l’Associazione dei Comuni Soci di Impresa Sociale Girasole, il socio pubblico del nuovo soggetto, che ha il compito di verificare, vigilare, tutelare e salvaguardare l'attuazione e la qualità dei servizi; dall’altro lato si sono delineate le quote societarie del socio privato: Consorzio Consolida con 26.000 euro, Consorzio Mestieri Lombardia con 2.000 euro, Auser di Lecco con 500 euro, Anteas con 500 euro e le cooperative Il Grigio con 500 euro, La Vecchia Quercia con 12.500 euro, Sineresi con 5.000 euro, Due Mani con 500 euro, e L’Arcobaleno con 3.500 euro.

Un’associazione tra i Comuni - quale socio finanziatore - e i soci privati - quali soci cooperatori - hanno conseguentemente proceduto alla costituzione dell’Impresa Sociale Consorzio Girasole.

"La scelta dei Comuni, a seguito dello studio di fattibilità - continuano - ha individuato nella Società mista pubblico/privato la formula gestionale più idonea agli obiettivi perseguiti, un ulteriore approfondimento tecnico ha portato a declinare tale scelta nella forma dell’Impresa Sociale ai sensi della L.381/91 e del decreto legislativo 112/2017. L’Impresa Sociale Consorzio Girasole, è pensata come gestione associata dei Comuni per promuovere concretamente un welfare locale comunitario e partecipato che, a partire da servizi di qualità, sia in grado di aggregare le energie, le esperienze, le risorse umane ed economiche di un territorio, in una logica di prossimità ai problemi delle persone. La programmazione territoriale dell’Ambito investe infatti sullo sviluppo di Poli territoriali d’offerta omogenei, in grado di avvicinare le risposte ai luoghi di vita e persegue l’obiettivo di integrare le risorse pubbliche con iniziative che nascono sui territori in modo partecipato per migliorare, incrementare ottimizzare i servizi a vantaggio dei Comuni, dei cittadini e del welfare locale".

E ancora: "Fare un’impresa sociale è stata una scelta che va oltre il desiderio di dare un futuro ai servizi, di svilupparne qualità e sostenibilità, corrisponde ad una visione del lavoro sociale come lavoro di comunità e nelle comunità, chiamato a integrare politiche sociali, abitative, culturali ed educative. Uno strumento originale ed efficace per promuovere un welfare della partecipazione, della responsabilità di tutti, soggetti pubblici, del terzo settore, imprese, cittadini nella soluzione dei problemi del territorio. Mantenendo inalterate le funzioni, le prerogative e gli investimenti della pubblica amministrazione ma con la capacità di guardare alla ricchezza delle relazioni come risorsa per tutti.

I servizi che avrà in carico l’Impresa Sociale Consorzio Girasole sono 148: 15 servizi di base per 6 aree (Asili Nido, Centri Prima Infanzia, Centro per le famiglie, Servizio Sociale di Base (SSB), Servizio Tutela Minori e legami familiari, Assistenza Domiciliare Minori (ADM), Servizio Affidi, Servizio Assistenza Domiciliare e assimilabili, Centri Diurni Disabili (CDD), Centri Socio Educativi (CSE), Comunità Socio Sanitaria (CSS), Assistenza Educativa Scolastica (AES), Servizio socio – occupazionale CeSeA Centro Prima Accoglienza, Servizio Amministrativo d’Ambito) e 9 servizi complementari per 4 aree (Centri Ricreativi Estivi, Servizi per la conciliazione, Servizi e interventi per minori e giovani, Centri Anziani, Servizio Aiuto all’Integrazione (SAI), Trasporti sociali, Agenzia per i servizi abitativi e l’housing, Servizi e interventi socio occupazionali, Servizi e interventi per l’integrazione dei migranti)".

Per perseguire un ampio disegno partecipativo alla costruzione delle linee di lavoro, alla lettura dei bisogni, alla ricerca di soluzioni condivise, l’Impresa Sociale Girasole nasce con il sostegno di un accordo di rete con 29 soggetti locali che sancisce la condivisione degli obiettivi generali e li declina in base alla mission di ciascuno. I firmatari sono: Afin – Ass. Famiglie Ipovedenti e Non-Vedenti Delle Prov. Di Como e Lecco, Alfa Associazione Lecchese Famiglie Affidatarie, Anffas – Lecco, Associazione La Goccia – Lecco, Associazione Les Cultures Onlus, Associazione Le Radici Calolziocorte, Associazione Patrizia Funes Onlus, Asppi – Associazione Piccoli Proprietari Immibiliari, Associazione Piccole e Medie Industrie Lecco, Associazione Sportiva Dilettantistica Oltretutto 97, Caritas Decanale di Lecco, Cif Centro Italiano Femminile Provinciale di Lecco, Centro Servizi Volontariato Monza Lecco Sondrio, Centro Sportivo Italiano Comitato di Lecco, Comitato Provinciale Arci di Lecco, Comunità Casa Don Guanella, Comunità di Via Gaggio Onlus, Confartigianato Imprese Lecco, Confcooperative dell’Adda, Croce Rossa Italiana - Comitato della Provincia di Lecco, Croce Verde Bosisio A.P., Federazione Coordinamento Handicap, Federfarma, Fondazione Centro La Rosa Onlus, Fondazione Mons. Giulio Parmigiani, Fondazione Somaschi Onlus Casa San Girolamo, Il Ritrovo Società Cooperativa Sociale di Lecco, Liberi Sogni Cooperativa Sociale, Like Community Società Cooperativa Sociale. L’accordo di rete è uno strumento aperto che mira a estendere la partecipazione e il protagonismo della società civile, nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità istituzionali.

A guidare la squadra sarà il Consiglio di amministrazione con il presidente Carlo Colombo (indicato dai soci pubblici) e i consiglieri: Lorenzo Guerra con la carica di vicepresidente, Angelo Negri (nomina avvenuta previa consultazione con i Comuni), Angelo Vertemati e Matteo Ripamonti.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Maggio 1961 Papa Giovanni XXIII pubblica la lettera enciclica Mater et Magistra sulla cristianità e il progresso sociale

Social

newTwitter newYouTube newFB