Lecco, 09 gennaio 2021   |  

Polizia Ferroviaria lombarda bilancio attività 2020

La Polizia di Stato fa il suo rendiconto di fine anno: l’attività della Polizia Ferroviaria in Lombardia nel 2020.

polfer2

crediti Poliziadistato.it

La Polizia Ferroviaria controlla la rete ferroviaria della Lombardia e le stazioni, ha rilasciato il resoconto ’attività svolta nel 2020: prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario, vigilanza nelle stazioni, servizi di scorta a bordo treno, contravvenzioni per violazione al regolamento di polizia ferroviaria, controlli ai centri di raccolta di materiale ferroso e rintraccio di persone scomparse.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano l’attività ordinaria che ogni giorno viene svolta dai poliziotti della “Specialità Ferroviaria”, a cui si sono aggiunte numerose giornate di controlli straordinari come quelle organizzate durante le festività natalizie e di fine anno, appena concluse.

Pregnante è stata l’attività di controllo in ambito ferroviario a seguito di tutti i DPCM varati dal Governo Italiano dall’8 marzo 2020 sino al periodo natalizio per contrastare la pandemia da Covid-19 e proprio al fine di ottemperare ai doveri previsti da questi che la Polfer Lombardia ha impiegato numerosi operatori su tutta la Regione

Dal 1 Gennaio al 31 Dicembre 2020 questi sono i numeri del Compartimento Polfer per la Lombardia: servizi di vigilanza negli scali ferroviari  3779; servizi scorta treni viaggiatori  5674; numero treni scortati 12531; servizi di pattuglia linee ferroviarie 5295; servizi antiborseggio 2293; pattuglioni straordinari 57; persone proposte provvedimenti Pubblica Sicurezza 256;  minori rintracciati 99; contravvenzioni elevate Dpr753/80 475; C.D.S. 307; altre 1604; persone accompagnate uffici di sicurezza 291; persone identificate 518094; persone denunciate_ 2548;  persone arrestate 205; persone scomparse rintracciate 84 di cui 73 minori; Polizia di Stato compartimento Polizia Ferroviaria lombarda, controlli rottamai 190; sanzioni applicate per violazioni normativa sulle merci pericolose 11 per un totale di € 23.866,00.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB