Esino, 05 aprile 2019   |  

Pietro Pensa, sindaco di Esino Lario: "Metto in vendita il mio comune"

La provocatoria iniziativa del sindaco del Comune che pochi anni fa ha ospitato Wikimania.

Pietro Pensa, Sindaco di Esino Lario, ha deciso di mettere in vendita il proprio Comune al fine di reperire le risorse necessarie per la sopravvivenza dello stesso e per combattere la piaga dello spopolamento, che affligge 3.800 piccoli comuni in tutta Italia.

In un video ha spiegato le ragioni: In questi anni Esino Lario è stato una guida e un’ispirazione per lo spirito imprenditoriale di migliaia di piccoli Comuni italiani. Eppure, ogni giorno i piccoli comuni italiani (tra cui il nostro) sono lasciati soli a lottare contro lo spopolamento, la mancanza di fondi e la difficoltà delle istituzioni nel fornire supporto ecco perché - prosegue - ho deciso di prendere una posizione forte per il bene di tutti, mettendo in vendita i luoghi simbolo del Comune".

I prezzi? 200mila euro per il Comune, 280 euro per le panchine (offerte con i il 3x2) e 1250 euro per il cartello di benvenuto.

Dura la reazione della minoranza Tutto per Esino: "In questo particolare periodo storico poteva anche risparmiare al paese e ai suoi abitanti una gogna mediatica del genere: in amministrazione abbiamo passato periodi ben peggiori, dove, seppur in una disastrosa situazione finanziaria del Comune, sono stati portati avanti progetti, aperti cantieri, realizzato opere, amministrato un paese e soprattutto è stato accantonato un cospicuo avanzo per chi veniva dopo. Negli ultimi tempi abbiamo visto Regione, Provincia, Comunità Montana e altri enti superiori prodigarsi nel profondere alle casse del nostro Comune ingenti contributi di vario genere".

E ancora: "Abbiamo tutti apprezzato  lo sforzo degli enti sopra elencati. Tutti lo hanno fatto! Certamente non ci siamo dimenticati l’allargamento della SP 65 sopra Perledo in direzione Esino, e la sua messa in sicurezza dopo la frana di Agueglio e poi….e poi dove la lasciamo la fibra ottica che ci ha collegato al mondo?!  Se non sai cosa offrire, come servizi, attrazioni, eventi, attività ricettive, cose da fare e da dire, ti riduci a pubblicizzare solo il nulla. E a nostro parere, a pubblicizzare il nulla, nulla torna!".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB