Pescate, 02 agosto 2018   |  

Pescate contro Lario Reti: basta scavi, lavori non corretti o lasciati a metà

De Capitani: Troppe volte i ripristini degli scavi e gli allacciamenti alla rete fognaria o all’acquedotto non vengono svolti correttamente.

WhatsApp Image 2018 08 02 at 18.35.441

L'intervento in via Primo Maggio a Pescate

"Da adesso in avanti Lario Reti Holding non sarà più autorizzata a procedere a scavi a Pescate. Troppe volte i ripristini degli scavi e gli allacciamenti alla rete fognaria o all’acquedotto non vengono svolti correttamente e i lavori vengono lasciati a metà nonostante i solleciti, e le sanzioni comminate dalla polizia locale. Ma adesso il vaso e’ colmo e prima di scavare a Pescate devono scendere a patti con me". Questa la presa di posizione del sindaco di Pescate Dante De Capitani, dopo l'ennessimo intervento di ripristino della pavimentazione non eseguito, secondo il primo cittadino, a dovere.

"Ho telefonato personalmente al direttore - continua il Sindaco - per esprimere tutto il mio disappunto e per chiedere i ripristini almeno del porfido in frazione Torrette dove recentemente ci sono stati interventi di allacciamenti in fognatura ma la situazione non si sblocca. Addirittura in via Primo Maggio le auto quando entrano fanno schizzare i pezzi di porfido sulle case creando una situazione intollerabile. Se qui Lario Reti non interverrà entro il prossimo lunedì lo faremo noi accollando a loro le spese. Se non sono servite le ordinanze di ripristino dell’ufficio tecnico, l’ultima delle quali il 31 luglio scorso, adesso se la vedranno con me che sono un osso molto più duro. Sono proprio incazzato per sta cosa perché io tengo al mio territorio più che alla mia casa è lo considero quindi un affronto personale".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB