Lecco, 19 marzo 2019   |  

Per la Picco Lecco collaborazione con la Uyba Volley

"Sono convinto che “uniti si vince mentre soli si perde”; è su queste basi che siamo convinti che la collaborazione nell’ambito del progetto UYBA ci possa stimolare al miglioramento continuo.”

PHOTO 2019 03 19 09 40 171

“Siamo orgogliosi di aver intrapreso la collaborazione con UYBA (Busto Arsizio, formazione di Serie A1) società di elevata fama e prestigio, unitamente alla serietà e alla passione dello staff e della dirigenza ben rappresentati dal Presidente Giuseppe Pirola". Lo annuncia il presidente della "Pallavolo Lecco Alberto Picco" Dario Righetti.

"Il mondo pallavolistico e quello sportivo, più in generale, sono molto cambiati negli ultimi anni, ma ritengo che i valori dello sport siano e debbano rimanere tali: chi gioca a pallavolo deve imparare a conoscersi, a individuare e accettare i propri limiti fisici e psicologici e a intravedere le proprie potenzialità, imparando a controllarsi, concentrarsi e confrontarsi sempre con altre Persone, in un gioco di squadra con regole di comportamento precise. Sono convinto che “uniti si vince mentre soli si perde”; è su queste basi che siamo convinti che la collaborazione nell’ambito del progetto UYBA ci possa stimolare al miglioramento continuo.”

La nostra Picco  nasce nel Settembre 1971 grazie alla passione di quattro giovani universitari (Beretta Gianni, Frigerio Andrea, Maggi Renato, Sangalli Marco) e all’appoggio fiducioso di alcuni genitori, in memoria di Alberto Picco, giovane universitario lecchese ucciso dai tedeschi durante la Resistenza alla fine della Seconda Guerra Mondiale. I quattro giovani hanno avuto l’intuito e la forza di far nascere l'associazione, che nel corso del tempo è cambiata, si è sviluppata, ma è sempre stata fedele in quasi 50 anni di storia ai suoi principi ispiratori, riportati nello statuto iniziale e mai eliminati o modificati: “…propagandare l'attività pallavolistica intesa come mezzo di formazione fisica e della personalità".
Nel 1986 la squadra femminile venne festeggiata in occasione del “Giugno Lecchese” per la promozione in serie A2 e nel 1991 la squadra maschile per il raggiungimento della serie B.

"Rivedendo gli eventi che hanno caratterizzato la nostra Associazione in tutti questi anni- commenta il presidente - si può ben comprendere quanta serietà, competenza, passione e dedizione abbiano profuso i vari Presidenti, Consiglieri, Dirigenti, Allenatori, Atlete e Atleti, i quali con una paziente semina e con tanto spirito di sacrificio hanno permesso di cogliere frutti rigogliosi, onorando il nome della nostra città e quello di Alberto Picco. E’ per tali motivi che possiamo affermare con orgoglio che i traguardi raggiunti, soprattutto negli ultimi anni, ci fanno ben sperare per il futuro ulteriore sviluppo dell’Associazione, la quale può contare attualmente anche sul supporto dei tanti sportivi lecchesi appassionati di pallavolo che partecipano sempre numerosi sugli spalti del Palazzetto del Bione".

E ancora: "Il nostro attuale progetto, grazie al costante supporto del nostro name sponsor Acciaitubi, main sponsors Sime e Officine Melesi, e ai preziosi altri è finalizzato al divertimento ma anche alla crescita e, radicato sul territorio, è focalizzato su: divertimento e svago, educazione, rispetto delle regole, collaborazione, sani stili di vita, responsabilità. Un piccolo esempio in tal senso è rappresentato dall’istituzione di borse di studio, l’anno scorso e quest’anno, a favore delle atlete più meritevoli, sia dal punto di vista sportivo che scolastico, utile a fronteggiare alcune attuali tendenze negative sempre crescenti nel mondo adolescenziale ( apatia, bullismo, incompetenza, arroganza). Inoltre prosegue da più di dieci anni un progetto di adozione a distanza di una giovane ragazzina a Timor Est".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Aprile 2008 a San Giovanni Rotondo (Foggia), la salma di san Pio da Pietrelcina viene esposta alla venerazione dei fedeli.

Social

newTwitter newYouTube newFB