Lecco, 07 giugno 2019   |  

Peduncolo di Dervio e raddoppio di Piona prima di rifare la Monte Piazzo

di Stefano Scaccabarozzi

Sindaci uniti per chiedere ad Anas di rafforzare la viabilità alternativa prima di intervenire con il rifacimento della galleria osservata speciale della Statale 36.

DSCN3658

Memeo. Gilardi, Cassinelli, Vergani e Rusconi

Lo road map è tracciata, Anas è d'accordo, ma a fare la differenza potrebbe essere l'unità di intenti dei sindaci dell'Alto Lago. Colico, Dorio, Dervio, Valvarrone e Bellano hanno voluto lanciare un segnale forte agli enti sovra-comunali per evitare il ripetersi di nuove emergenze dovute alla chiusura della Statale 36, indicando quindi quali sono le opere prioritarie per il territorio.

DSCN3648

Sindaci del territorio uniti

 

La grande osservata speciale del territorio è la galleria Monte Piazzo, tra le uscite di Dervio e di Colico della Super, monitorata H24 da Anas e che nei prossimi anni dovrà essere oggetto di importantissimi lavori di ristrutturazione che rischiano di mettere nuovamente in ginocchio la viabilità dell'Alto lago.

Messi da parte progetti di nuove gallerie si dovrà intervenire su entrambe le canne: «Anas – spiega il nuovo sindaco di Dervio Stefano Cassinelli – sta progettando il completo rifacimento della Monte Piazzo con le stesse modalità utilizzate due anni fa per consolidare 600 metri. Oggi ci viene detto che dai monitoraggi risulta che la galleria è ferma, ma resta osservata speciale».

Schermata 2019 06 07 alle 14.17.04

Franco Memeo e Massimo Vergani

 

Gli interventi di due anni fa riguardarono 400 metri in una canna e 200 metri nell'altra, per una spesa complessiva di 41 milioni di euro, in gran parte dovuta ai costi di allestimento di cantiere. Il nuovo intervento riguarderà invece l'intera galleria, quindi 2,4 chilometri per canna.

monica gilardi colico

Monica Gilardi

Ragione per cui è necessario, secondo i sindaci dell'Alto lago, intervenire creando una viabilità alternativa prima di iniziare i lavori alla Monte Piazzo: «La Statale 36 – continua Cassinelli – è considerata strategica dalla Regione e quindi, grazie all'interessamento del sottosegretario Antonio Rossi e grazie all'interlocuzione tra l'onorevole Parolo e Anas si è trovata una linea comune da seguire: prima il raddoppio dello svincolo di Piona e il Peduncolo di Dervio e poi la Monte Piazzo. Una linea che ci trova d'accordo e che vede il sostegno dei sindaci dei territorio per evitare i gravi danni alle nostre industrie, al turismo e ai nostri cittadini che si sono vissuti, anche recentemente, con la chiusura della Super».

Per quanto riguarda il Peduncolo di Dervio è stato realizzato un nuovo progetto della Provincia, studiato anche interloquendo con Anas, che prevede un tracciato con 850 metri in galleria su 946 totali per collegare l'uscita derviese della Super con la provinciale 72, sbucando vicino alla casa cantoniera che quindi non sarebbe toccata dagli interventi. Un collegamento a doppia corsia dal valore di 25milioni di euro finanziato da Anas.

antonio rusconi bellano 2019

Antonio Rusconi

Il completamento dello svincolo di Piona, oggi solo da e per Lecco, dovrebbe invece costare poco meno di 6 milioni di euro. «Completare questo svincolo – sottolinea il primo cittadino colichese Monica Gilardi – significa certamente alleggerire dal traffico il centro di Colico, ma ha soprattutto l'obiettivo di garantire un collegamento con la Valtellina in caso di chiusura della 36. Si sta definendo un protocollo di intesa con Anas, Regione e Comune. Uno studio di fattibilità è invece già stato realizzato da noi nel 2016. Insieme al Peduncolo permetterebbe di completare la viabilità alternativa alla Statale36 e quindi di poter procedere con un intervento massiccio sulla Monte Piazzo».

Un acceleratore importante di questi progetti e processi potrebbe essere l'assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026 a Milano-Cortina, con decisione attesa per fine mese.

Stefano Cassinelli 2019

Stefano Cassinelli

Parallelamente procede anche il progetto per il superamento del passaggio a livello di Bellano: «I danni che la chiusura della Statale 36 causa all'economia e al turismo sono evidenti, – spiega il sindaco Antonio Rusconi – basti pensare che nella domenica con la Super chiusa all'Orrido ci sono stati solo 100 visitatori, mentre la settimana seguente oltre 1000. Il peduncolo Dervio porterebbe poi permetterci di vietare il passaggio del traffico pesante sui tornanti che da Bonzeno scendono a Bellano. Per quel che riguarda il passaggio a livello, grazie agli interessamenti di Daniele Nava quando era sottosegretario regionale, del consigliere regionale Mauro Piazza e di Flavio Nogara oggi nel cda di Ferrovie, entro fine settembre arriverà il progetto definitivo. Il costo complessivo, comprensivo della sistemazione stazione e di un silos, è di 10 milioni di euro».

Accanto a Bellano, Colico e Dervio, anche i comuni di Dorio e della Valvarrone. «Quando è stata fatta la 36 – commenta il neo primo cittadino doriese Massimo Vegani – sono stati realizzati collegamenti con i comuni raffazzonati. Oggi dobbiamo far sentire la voce del territorio con le istituzioni, per una migliore fruibilità del territorio stesso e per la qualità della vita dei cittadini».

Tempi ragionevoli e fatti concreti è invece l'auspicio di Franco Memeo, consigliere comunale di Valvarrone.

DSCN3661

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newTwitter newYouTube newFB