Lecco, 15 maggio 2019   |  

Papa Francesco autorizza i pellegrinaggi a Medjugorje

Le apparizioni mariane, che risalgono al 1981 e si svolgono ancor oggi a scadenze prefissate, sono al vaglio delle autorità ecclesiastiche

e1ee8e14 756d 11e9 a8ba 3460ba30b61a 3a9f3db1e76ca9e90b1f80b4651826aa RZ1qpNRBlyfxDTWFQMtNybL 1024x576LaStampa.it

Il via libera ufficiale è stato reso noto dal nunzio apostolico in Bosnia-Erzegovina, mons. Luigi Pezzuto, e dall’arcivescovo emerito di Varsavia-Praga, il polacco mons. Henryk Hoser, da oltre due anni inviato speciale prima e poi visitatore apostolico della Santa Sede per gli aspetti pastorali nel luogo meta di milioni di fedeli.

L’autorizzazione concessa dal Papa fa sì che da ora in poi i pellegrinaggi potranno essere regolarmente organizzati dalle diocesi e dalle parrocchie e non avverranno più soltanto in forma 'privata', come accaduto finora. Il direttore ad interim della Sala Stampa vaticana, Alessandro Gisotti, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha precisato comunque che al via libera papale va accompagnata la "cura di evitare che questi pellegrinaggi siano interpretati come una autenticazione dei noti avvenimenti, che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa".

Secondo il portavoce della Santa Sede, "va evitato dunque che tali pellegrinaggi creino confusione o ambiguità sotto l’aspetto dottrinale. Ciò riguarda anche i pastori di ogni ordine e grado che intendono recarsi a Medjugorje e lì celebrare o concelebrare anche in modo solenne". "Considerati il notevole flusso di persone che si recano a Medjugorje e gli abbondanti frutti di grazia che ne sono scaturiti – ha aggiunto Gisotti – tale disposizione rientra nella peculiare attenzione pastorale che il Santo Padre ha inteso dare a quella realtà, rivolta a favorire e promuovere i frutti di bene".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Ottobre 2003 a Roma, in piazza San Pietro viene beatificata Madre Teresa di Calcutta.

Social

newTwitter newYouTube newFB