Lecco, 09 maggio 2018   |  

Palladium di Lecco tutto esaurito per la cantante Alice

di Mario Stojanovic

Accompagnata da Antonello D'Urso alle chitarre e Carlo Guaitoli al piano e alle tastiere, ha guidato il pubblico in un viaggio all'interno della canzone d’autore di epoche, culture e generi diversi

WhatsApp Image 2018 05 09 at 21.25.40

La cantautrice Alice protagonista questa sera al teatro Palladium di Lecco per la rassegna Altri Percorsi.

Accompagnata da Antonello D'Urso alle chitarre e Carlo Guaitoli al piano e alle tastiere, ha guidato il pubblico in un viaggio all'interno della canzone d’autore di epoche, culture e generi diversi: canzoni d’autori italiane (Gaber, Battiato, De André) con particolare attenzione ai brani composti da Mino Di Martino su testi di Pier Paolo Pasolini e canzoni in lingua straniera, composte da autori inglesi e americani contemporanei con testi di Joyce, Sinfield, Buckley. Una parte del recital sarà dedicata alle composizioni in forma dialettale (napoletano per Totò musicato da Giuni Russo, siciliano per Sadero e friulano per Pasolini).

Alice, all'anagrafe, Carla Bissi, ha iniziato come cantante nel 1971 vincendo il festival di Castrocaro con la cover dei Pooh "Tanta voglia di lei". Ma la sua consacrazione come artista avvenne nel 1981, quando con il brano "Per Elisa" di Battiato vince il festival di Sanremo.

Cantante dal timbro di voce potente ma molto raffinato, dopo anni di successo, continua con questo suo ultimo progetto musicale "Le parole del giorno prima". Si tratta - ha spiegato la cantante - di un'allusione a quelle parole che con la loro forzasSanno emergere inaspettatamente in noi, anche un po' di tempo dopo che le abbiamo ascoltate. Significa che si erano depositate in noi stessi.

La serata ha visto il tutto esaurito, un tributo che i Lecchesi hanno voluto attribuire ad una cantante che ha mantenuto nel corso dei decenni una sua identità ben definita.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Ottobre 2011 Libia: dopo 8 mesi di guerra civile, viene ucciso Mu'ammar Gheddafi.

Social

newTwitter newYouTube newFB