Lecco, 30 giugno 2017   |  

Ospedali lecchesi: scelti i nuovi capi di dipartimento

Nuova nomina per Pierluigi Carzaniga al Dipartimento di Chirurgia Elettiva e Specialistica, e per Melchiorre Costa al Dipartimento di Chirurgia d’Urgenza e Robotica

segnaletica manzoni

Approvata ieri, giovedì 29 giugno, la Delibera con la quale il Direttore Generale dell’ASST di Lecco, Stefano Manfredi, ha reso noti i nomi dei nuovi capi Dipartimento designati con l’approvazione dell’attuale Piano di Organizzazione Aziendale Strategico (POAS) dell’Azienda lecchese.

Il Dipartimento Cardiovascolare continua ad essere affidato al cardiochirurgo Amando Gamba e quello di Neuroscienze ad Andrea Salmaggi, così come quello di Diagnostica Immagini rimane in capo a Rodolfo Milani Capialbi.

Confermati, nuovamente, Claudio Bonato Direttore del Dipartimento dei Servizi Clinici, Agostino Colli alla guida del Dipartimento Medico aziendale e Marco Rataggi all’Emergenza Urgenza. Continuano a mantenere i loro Dipartimenti anche Rinaldo Zanini alla direzione del Dipartimento Materno Infantile e Antonio Lora al Dipartimento di Salute Mentale a cui si aggiunge l’area riguardante le Dipendenze. Anche Gianlorenzo Scaccabarozzi mantiene il proprio Dipartimento delle Fragilità (R.L.C.P.).

Novità importanti per quanto riguarda, invece, il Dipartimento delle Chirurgie: nuova nomina per Pierluigi Carzaniga al Dipartimento di Chirurgia Elettiva e Specialistica, e per Melchiorre Costa al Dipartimento di Chirurgia d’Urgenza e Robotica non più Chirurgia Generale.

Tra i nuovi Dipartimenti vi è quello Oncologico che sarà affidato, dai primi giorni del prossimo mese, ad Antonio Ardizzoia; tra quelli interaziendale funzionali troviamo quello relativo alla Medicina Trasfusionale ed Ematologia (D.M.T.E.) al cui vertice è stato nominato Daniele Prati.

Completa le nuove nomine, Enrico Guido Ripamonti confermato al Dipartimento Amministrativo dell’ASST di Lecco. I nuovi incarichi, a partire dal primo luglio, avranno durata triennale.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newTwitter newYouTube newFB