Lecco, 04 ottobre 2017   |  

Ospedali lecchesi: 2300 pazienti oncologici seguiti

Le nuove diagnosi oncoematologiche sono in aumento ma è soprattutto la sopravvivenza dei pazienti oncoematologici che è migliorata grazie ai nuovi farmaci biologici.

OSPEDALE MANZONI 010

Il 7 ottobre si svolgerà, presso l’Aula Bianca dell’Ospedale Manzoni di Lecco, la consueta giornata oncoematologica lecchese, alla sua nona edizione, in collaborazione con la Rete Ematologica Lombarda e l’Ordine dei Medici.
Il tema trattato quest’anno sarà la Leucemia Linfatica Cronica e i Linfomi indolenti.

L’ Oncoematologia della ASST di Lecco cura le principali neoplasie ematologiche tra cui linfomi, mielomi e leucemie e fa parte della Rete Ematologica Lombarda di cui condivide percorsi diagnostici-terapeutici e linee guida. L’attività oncoematologica è notevolmente aumentata negli ultimi anni e attualmente sono seguiti presso il Dipartimento Oncologico circa 2300 pazienti con un aumento circa del 70% rispetto a cinque anni fa. Le nuove diagnosi oncoematologiche sono in aumento ma è soprattutto la sopravvivenza dei pazienti oncoematologici che è migliorata grazie ai nuovi farmaci biologici.

La Leucemia Linfatica Cronica è la forma leucemica più comune nei paesi occidentali e ha un incremento dell’incidenza con l’avanzare dell’età.Presso l’oncologia del Manzoni sono seguiti circa 200 pazienti affetti da tale patologia. Anche i linfomi indolenti tra cui il Linfoma follicolare sono in aumento e attualmente i pazienti in cura sono circa 350. Il decorso clinico di tali patologie è estremamente variabile e nell’ultimo decennio le acquisizioni sulle caratteristiche biologiche e genetiche di queste neoplasie hanno consentito di avere maggiori conoscenze sulla prognosi dei pazienti. Con l’avvento degli anticorpi monoclonali e dei farmaci a bersaglio molecolare è stato introdotto il concetto di immunoterapia che ha permesso di effettuare trattamenti più mirati e meno tossici rispetto alla chemioterapia convenzionale, con risultati nettamente superiori in termini di remissione e sopravvivenza.

Il convegno promosso dalla ASST di Lecco vuole fare il punto sulle nuove acquisizioni clinico-biologiche e terapeutiche nella Leucemia Linfatica Cronica e nei Linfomi Indolenti e focalizza l’attenzione su come l’ematologo, che si occupa di queste patologie, è oggi portato a nuove sfide in un inquadramento diverso, verso le grandi innovazioni terapeutiche per garantire ai pazienti una maggiore e migliore aspettativa di vita.

Al convegno parteciperà la Dott.ssa Enrica Morra, responsabile scientifica della Rete Ematologica Lombarda.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Novembre 2005  Angela Merkel è il nuovo cancelliere della Repubblica Federale Tedesca, prima donna a ricoprire questa carica in Germania

Social

newTwitter newYouTube newFB