Lecco, 12 novembre 2017   |  

Npo Gordon - Alto Sebino: 81-66 (17-16; 31-32; 45-40)

L’ultimo quarto di gara è pirotecnoico con le due squadre che si affrontano a viso aperto con la Gordon che non sbaglia nulla e con un 12/16 dal campo nel quarto e ben 36 punti segnati nel periodo.

abcdef nordonownload


La Gordon voleva tornare a vincere al PalaRavasio per allungare in classifica e l’ha fatto alla grande sapendo reagire anche allo sfortunato incidente di Paolo Colnago che venerdì in allenamento ha subito un banale infortunio fratturandosi la mano che lo mettera’ fuori gioco per qualche mese.
NPO, inizia con poca lucidita’ e subisce oltre modo la precisione balistica dall’arco dei precisi giocatori di Alto Sebino che tireranno con il 50% da 3 (7-13 nel 1° tempo) riuscendo a reagire quando al 18’ la partita stava volando con i Sebini avanti 23-32 riuscendo a ricucire lo strappo chiudendo col minimo svantaggio al riposo lungo per poi spazzolare via gli avversari nel secondo tempo trascinati dall’MVP Tagliabue e da un lucido Marino’ in regia e da uno statuario Bassani a rimbalzo.
Successo importantissimo per i lecchesi che con 10 punti in classifica si trova nel gruppo delle quarte in classifica e puo’ affrontare con maggior serenita’ un trittico durissimo contro Piacenza, Lecco e Crema che sono formazioni decisamente superiori.
La cronaca, dopo un avvio equilibrato in cui Siberna e Coltro risultano i piu’ precisi gli ospiti allungano e al 7’ vanno sul 9-16 con Galli che ferma il gioco ed al rientro e’ capitan Marino’ che sveglia i compagni e grazie ad una serie di 6/6 dalla lunetta si torna a condurre sul 17-16 a fine 1° quarto.
Ma nella seconda frazione Olginate non segna per 5’ con Tagliabue ancora a secco che inizia una guerra personale con gli arbitri che non lo tutelano ed all’ennesima protesta gli sanzionano un meritato tecnico. Alto Sebino, trascinati dalla verve di Conte, con la sua tripla porta i suoi sul 17-25 del 15’. Per interrompere il digiuno realizzativo ci pensa un inspirato Siberna con un jumper. Ma NPO continua ad essere opaca fino al 18’ quando l’ex Saronoo Di Meco impatta bene sulla partita e con la sua striscia di 7 punti porta i suoi al massimo vantaggio 23-32.
Un infuriato Coach Galli si gioca tutta la sua voce urlando nel time out e ha il merito di portare alla realta’ dell’incontro i suoi che tornano in campo con altra determinazione mettendo a segno un perentorio 8-0 che sigla il 31-32 al riposo lungo con un chirurgico Siberna gia’ autore di 13 punti nel 1 tempo.
Si torna sul parquet e la musica non cambia con NPO che prosegue come aveva finito e in altri 4’ altro parziale di 10-2 che signifca un pesantissimo 18-2 nei 6’ a cavallo delle due frazioni.
Adesso e’ Coach Giubertoni che cerca di svegliare i suoi ma Tagliabue ha preso le misure agli avversari e ricevendo in movimento diventa immarcabile diventando l’MVP dell’incontro con percorso netto dalla lunetta 9/9 e un 2/2 dall’arco e ben 19 punti nel secondo tempo.
Al 27’ gli arbitri cercano di rimettere pepe sulla partita fischiando prima un inesistente antisportivo a Planezio e poi un tecnico che grida vendetta a Marino’ per simulazione dopo aver subito un netto fallo da Conte che, sul campo oltre a buone giocate in attacco cerca di rianimare i suoi con una difesa oltremodo aggressiva. Il momento di bagarre porta il punteggio sul 43-39 del 28’ per poi andare all’ultimo riposo sul 45-40.
L’ultimo quarto e’ pirotecnoico con le due squadre che si affrontano a viso aperto con la Gordon che non sbaglia nulla e con un 12/16 dal campo nel quarto e ben 36 punti segnati nel periodo.
Al canestro di Seck del 33’ altro allungo sul 56-47 per poi assistere allo show di Tagliabue e Siberna con Bassani che raccoglie ogni palla nel pitturato chiudendo con 13 rimbalzi. Nel finale Sabbadini mette a segno ottimi canestri da 3 che evita una pesante debacle ai suoi e punteggio che si fissa sul’81-66 con paziale di periodo di 36-26
Coach Galli – “Abbiamo giocato dai due volti non so se preoccuparmi per come abbiamo giocato i primi 18’ o essere soddisfatto per l’ottima prestazione del secondo tempo. Era determinante vincere contro una diretta concorrente soprattutto oggi dopo l’infortunio di Paolo Colnago. I ragazzi hanno reagito bene e cosi’ abbiamo fatto un altro passo in avanti per la nostra classifica. Adesso avremo un trittico pesantissimo con la trasferta di Piacenza e poi Lecco e Crema in casa dove il pubblico ci potra’ aiutare a difendere il PalaRavasio”
Tabellini:
Npo Gordon: Siberna 18, Planezio 6, Todeschini 5, Tagliabue 25, Rota 4, Bassani 4, Marino’ 12, Butta, Maver, Seck 7, Moretti, Bonfanti,
All. Coach Galli
Alto Sebino: Patroni ne, Gorreri 6, Cusenza 8, Sabbadini 10, Coltro 10, Porfidia ne, Borghetti, Zambonin ne, Caversazio 12, Di Meco 7, Conte 13, Franco ne,
All. Giubertoni

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newTwitter newYouTube newFB