Lecco, 12 febbraio 2020   |  

Nientepopòdimeno: pannolini lavabili per i bimbi di Lecco

Da lunedì 17 febbraio la distribuzione ai bambini residenti a Lecco nati dal 1° gennaio 2020

2001 locandina pannolini

Il Comune di Lecco lancia il progetto "Nientepopòdimeno" con l'obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza, e in particolare i neogenitori di Lecco, all'utilizzo, anche solo parziale, dei pannolini lavabili come alternativa ai classici pannolini usa e getta.

L'iniziativa si rivolge alle famiglie residenti a Lecco con bambini nati dal 1° gennaio 2020 e porta con sé importanti vantaggi ambientali ed economici: un bambino utilizza nei suoi primi due anni e mezzo di vita circa 5.500 pannolini usa e getta, consumando ogni anno circa 700 kg di pannolini.

A Lecco sono circa 750 i bambini sotto i due anni e mezzo. La stima della produzione di pannolini è pertanto di 525 tonnellate l'anno. I pannolini, da soli, rappresentano infatti quasi il 7% dei rifiuti indifferenziati che vengono inceneriti tramite termovalorizzazione.

È evidente come ridurre il consumo di pannolini usa e getta consenta di diminuire significativamente la quantità di rifiuti indifferenziati e le conseguenti emissioni di CO2 dovute alla loro combustione, con grande beneficio per l'ambiente.

Stimando un prezzo medio di 0,25 euro a pannolino e supponendo l'utilizzo medio di sei pannolini al giorno (maggiore nei primi mesi, minore dopo il primo anno), la fornitura sui due anni e mezzo di pannolini usa e getta costa a una famiglia circa 1.370 euro. Il risparmio economico pertanto, specie se i pannolini riutilizzabili sono abbinati a lavatrici ad alte prestazioni energetiche, lavati a temperature medio-basse, a carico pieno e fatti asciugare all'aria anziché in asciugatrici meccaniche, è evidente.

"Sono davvero felice di questa iniziativa, che va ad impattare su una componente importante di rifiuti indifferenziati che vengono prodotti - sottolinea l'assessore all'ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi. Il mini-kit rappresenta ovviamente una proposta simbolica, che permette al genitore di testare questa soluzione. Sappiamo bene che in alcune situazioni risulta più complicato utilizzare pannolini lavabili, ma crediamo sia importante almeno offrire la possibilità di fare un tentativo di utilizzo, fosse anche solo parziale. Questo perché l'impatto ambientale (in positivo) di un'evoluzione negli anni dei costumi anche in questo ambito può essere davvero importante.

Insomma, dopo la distribuzione delle borracce a tutti gli studenti delle scuole di competenza comunale, l'avvio del progetto con Lario Reti Holding per gli erogatori nelle scuole, il decalogo sugli eventi green e l'introduzione della tariffazione puntuale, crediamo questo sia un ulteriore step sul fronte della riduzione della produzione dei rifiuti, un obiettivo ambientale che non possiamo mancare".

I pannolini lavabili si utilizzano proprio come quelli usa e getta, sono composti da una mutandina esterna, e da una culla interna che contiene l'assorbente, e permettono di scegliere quale tessuto mettere a contatto con la pelle del bambino modificando la capacità assorbente dello stesso durante la giornata. Ad ogni cambio è possibile valutare se è sufficiente lavare la sola parte interna o anche la parte esterna. Al momento del cambio, gli assorbenti o i pannolini usati vengono messi in un contenitore chiuso, non ermetico, e conservati, fino a due giorni massimo, in attesa del lavaggio.

Da lunedì 17 febbraio, 1 mini-kit di pannolini lavabili prodotti in Italia con materiali certificati. potrà essere ritirato da ciascuna famiglia residente a Lecco i cui figli siano nati dal 1° gennaio 2020. Sarà necessario presentarsi all’ufficio ambiente del Comune di Lecco, sito al primo piano di via Sassi 18, negli orari di apertura al pubblico, con il certificato di iscrizione del bambino al registro dell'anagrafe.

Per ogni bambino verrà consegnato un mini-kit taglia M, indossabile dai 5 kg fino agli 11 kg di peso.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newTwitter newYouTube newFB