Lecco, 10 aprile 2018   |  

Nel 2017 calano i reati denunciati e i furti, crescono le violenze

Aumentano invece le frodi informatiche e i danneggiamenti. Stabili le estorsioni

CroppedImage720439-questura-nuova-macchina-7

Il 166esimo anniversario della Polizia di Stato è stata l'occasione anche per rendere noti i dati relativi alle operazioni condotte dalla Questra di Lecco nel 2017.

Si assiste a un calo del numero di delitti denunciati e dei furti totali, mentre crescono omicidi e violenze.

DATI STATISTICI RELATIVI AI DELITTI DI MAGGIORE ALLARME SOCIALE



 

1/1/2016 – 31/12/2016

1/1/2017 –31/12/2017

Delitti denunciati

11014

10901

Omicidi

1

6

Furti Totali

con strappo

in abitazione

5767

5164

22

27

1927

1638

Rapine

64

64

Estorsioni

38

39

Truffe e frodi

informatiche

809

845

Danneggiamenti

1537

1615

Violenze sessuali

18

24

  • Fonte Banca Dati Interforze SDI - dati inseriti alla data del 22 marzo 2018 da tutte le Forze dell’Ordine che hanno ricevuto la denuncia.

 

Attività di Polizia Giudiziaria e di Prevenzione

 

 

1/1/2017 – 31/12/2017

Persone denunciate in stato di arresto

47

Persone denunciate in stato di libertà

748

 

 

1/1/2017 – 31/12/2017

Persone controllate in servizi di Polizia

17.036

Autovetture controllate in servizi di Polizia

7774

 

Attività della Divisione anticrimine

Misure di prevenzione

 

 

1/1/2017 – 31/12/2017

Avvisi Orali

30

Fogli di Via Obbligatori

143

Sorveglianze Speciali di P.S. proposte

1

Ammonimenti del Questore per Stalking

15

Persone sottoposte in provincia alla Sorveglianza Speciale di P.S.

11

D.A.S.P.O. irrogati*

6

* divieto di accesso a tutti i luoghi del Territorio Nazionale ed Estero dove si svolgono manifestazioni

 

 

Misure di sicurezza

 

 

1/1/2017– 31/12/2017

Sottoposti alla libertà vigilata

24

 

Misure cautelari e/o alternative alla detenzione

 

 

1/1/2017 – 31/12/2017

Sottoposti agli arresti domiciliari

64

Sottoposti alla detenzione domiciliare

44

Affidati in prova al C.S.S.A.

105

Obbligo/Divieto di dimora /presentazione alla P.G.

23

 

Nel decorso 2017 l’Ufficio Immigrazione si è soprattutto dedicato alla gestione dei profughi provenienti dal nord africa, per lo più di nazionalità della Costa d’Avorio, Senegal, Etiopia, Siria, Nigeria, Mali, Pakistan e Gambia, che sono stati collocati in più strutture di accoglienza presenti in Provincia.

Al 31 dicembre 2017 sono giunti in questa Provincia 3453 profughi (il decorso anno 2405), di costoro 1356 sono attualmente presenti nelle strutture e 1353 hanno formalizzato istanza di protezione.

Sono stati deferiti alla Autorità Giudiziaria 68 stranieri che, a vario titolo, hanno violato le norme sull’immigrazione.


Durante l’anno scolastico 2017/2018, nell’ambito della così detto progetto legalità , questa Questura ha continuato nella c.d. “educazione alla legalità”, infatti ha avuto ancora luogo l’attività di sensibilizzazione tra gli studenti della Provincia.

In merito sono stati effettuati circa 55 incontri con studenti nelle scuole di ogni ordine e grado di tutta la provincia (si stima abbiano assistito un totale di oltre 5.000 giovani) ma anche alcuni incontri sono avvenuti con genitori e psicologi.

Le tematiche richieste ed affrontate sono state il bullismo – cyber bullismo, le dipendenze da droga, l’educazione all’esercizio delle libertà democratiche e l’educazione stradale.

Inoltre ha avuto inizio, siccome promosso direttamente dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, un concorso-progetto rivolto agli studenti, al fine di promuovere la diffusione della cultura della legalità e del rispetto delle regole, dal titolo “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”.

Numerose scolaresche della Provincia hanno aderito e quindi si sono impegnate nel produrre un elaborato scritto o anche audiovisivo sul tema della sicurezza. I lavori più belli saranno inviati a Roma dove verranno eletti i vincitori nazionali nelle diverse categorie.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Aprile 1956 seduta inaugurale della Corte costituzionale italiana

Social

newTwitter newYouTube newFB