Milano, 16 aprile 2019   |  

Navigare sul Lario. Che sia “cosa” della Regione e uno straordinario strumento di sviluppo dei territori

Il Consiglio approva la Risoluzione che chiama in causa il Governo nazionale

navigazione lecco imbarcadero

“Regionalizzare al più presto la navigazione dei laghi lombardi. Il Governo nazionale dia piena e rapida attuazione a quanto previsto nel decreto legislativo 422 del 1997 che prevedeva che la gestione governativa per la navigazione dei laghi di Como, Maggiore e di Garda, fosse interamente trasferita alle regioni territorialmente competenti. Poter gestire direttamente questa competenza sarebbe uno strumento di sviluppo straordinario per i nostri territori: per questo in Consiglio regionale oggi abbiamo formalmente sollecitato il Governo Conte affinché sia attuata nei tempi più rapidi possibili la progressiva regionalizzazione del servizio di navigazione”.

Lo ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi dopo che questo pomeriggio l’Aula del parlamento lombardo ha approvato all’unanimità una Risoluzione che sollecita inoltre il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “a predisporre il piano di risanamento tecnico ed economico con il Ministro del Tesoro, previa intesa con i territori interessati” e stabilisce che “una volta ottenuta la regionalizzazione del servizio, vengano coinvolti gli enti locali e gli altri enti che si occupano della gestione delle risorse lacuali”.

“Garantire un adeguato e competitivo collegamento tra le sponde del lago –ha aggiunto ilPresidente Fermi, tra i firmatari del documento - può sicuramente contribuire anche a ridurre il traffico su gomma e l’impatto sulla viabilità del territorio, decongestionando le principali tratte di attraversamento urbano a beneficio pure della qualità dell’aria e della qualità di vita”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newTwitter newYouTube newFB